100 milioni di Pc saranno sostituiti quest’anno

Workspace

Le vendite di Pc sono cresciute lo scorso anno di circa il 13%. Secondo
gli analisti di Gartner si tratta, per lo più, di un mercato di sostituzione. Un reale aumento di vendite potrà iniziare dal 2006.

Secondo i dati resi noti dalla società di analisi Gartner, quest’anno si venderanno 186.4 milioni di Pc, con un aumento del 13.6%, rispetto all’anno passato. Sempre secondo la medesima società, almeno 100 milioni di Pc sarà sostituito quest’anno, e circa 120 milioni nel corso del 2005. Infatti tra quest’anno e il prossimo parecchi sistemi dovranno essere sostituiti con altri più sicuri. Il numero di Pc venduti, quindi, è dovuto in massima parte all’età di quelli in uso, sui quali, sempre più spesso, non girano i nuovi programmi. In genere la vita utile di un Pc è di quattro anni, secondo quanto afferma George Shiffler della Gartner. Sui Pc pensionati negli ultimi 18 mesi giravano versioni di Windows 95, 98 e Nt. Su quelli che si apprestano ad essere pensionati il prossimo anno gira invece Windows 2000. Stando a questi dati il picco di sostituzioni si avrà il prossimo anno, poi si registrerà una battuta di arresto. “Vedremo un nuovo ciclo di sostituzioni ? afferma Shiffler ? nel 2008, con deboli segnali a iniziare dal 2006”. Il tempo di attesa tra una sostituzione e l’altra è il maggiore problema per i produttori di Pc, dal momento che il parco totale di macchine si riferisce a una utenza per 2/3 professionale. E questa attende che il proprio Pc sia obsoleto e ammortizzato, prima di sostituirlo. Per sfuggire, in parte, al ciclo di sostituzione, si guarda al mercato consumer. Per questo motivo si sta incrementando lo home digital entertainment. Tuttavia, sempre secondo Gartner, è ancora presto per capire se il mercato consumer si orienterà decisamente verso il Pc, oppure verso altri apparecchi del mercato dell’elettronica di consumo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore