2,4 GHz per il Pentium 4

LaptopMobility

In attesa di cambiamenti più sostanziali, la più veloce Cpu Intel è il Pentium 4 a 2,4 GHz

Di Francesco Ferrari Questa volta il turno del Pentium 4 a 2,4 GHz, 200 MHz in pi rispetto al modello precedente, ad avere il primato di Cpu Intel pi veloce. Questa versione non ancora quella con Fsb (Front side bus) a 533 MHz, attesa a breve, ma si tratta ancora di quella con il clock base a 100 MHz moltiplicato per 4, in modo da ottenere 400 MHz (nella prossima versione invece il clock base sar di 133 MHz, sempre moltiplicato per 4). Il Pentium 4 a 2,4 GHz usa il nucleo chiamato Northwood, con larchitettura che prevede la presenza di 512 Kbyte di cache al secondo livello integrata. Questa architettura stata introdotta a gennaio per il Pentium 4 a 2,2 GHz insieme alla prima versione del processo produttivo a 0,13 micron. Il passaggio dai precedenti processori con nucleo chiamato Willamette, quello cio realizzato con tecnologia a 0,18 micron, ha permesso di contenere la dissipazione, malgrado lelevata frequenza di clock, entro limiti accettabili, e offre a Intel lapprezzabilissimo vantaggio collaterale di permettere la produzione di un numero maggiore di chip dallo stesso wafer di silicio. Questo vantaggio competitivo, la possibilit cio di realizzare pi chip nello stesso spazio, ulteriormente migliorato dalladozione di wafer di silicio da 300 mm di diametro invece di quelli da 200 mm usati fino ad adesso. Una ulteriore innovazione deriva dal miglioramento del processo a 0,13 micron che permette di avere transistor pi piccoli e veloci rispetto alle prime versioni. Dal punto di vista della dissipazione termica, se il Pentium 4 Northwood a 2 GHz dissipa 52,4 W, mentre per la versione a 2,2 GHz questo valore di 55,1 W, seguendo una progressione lineare questa versione dovrebbe dissipare circa 58 W, un valore che non desta particolari preoccupazioni. La ventola di raffreddamento e il relativo radiatore possono contare su unampia superficie di appoggio che permette di ottenere un ottimo scambio di calore. A titolo di confronto, il Pentium 4 Willamette nella versione a 2 GHz dissipa 75,3 W e 72,8 W nella versione a 1,9 GHz. Per i test ci giunta una delle primissime versioni della Cpu, ancora con la scritta Intel Confidential. Per realizzare i test abbiamo usato una scheda madre Intel con chipset 845, la D845BG, e 256 Mbyte di memoria Ddr PC2100. Come hard disk abbiamo usato un Maxtor D740x6L, mentre la scheda grafica era basata su chipset Nvidia GeForce 4 MX. Abbiamo ritenuto utile fornire degli elementi di confronto diretto e per questo motivo abbiamo eseguito i test sia sulla versione a 2,4 GHz, sia su quelle a 2,2 e 2 GHz, tutte con nucleo Northwood (del modello a 2 GHz esiste anche una versione realizzata con la precedente tecnologia a 0,18 micron e solamente 256 Kbyte di cache al secondo livello, ma non ha la lettera A nella sigla). Per le prove abbiamo utilizzato i benchmark Sysmark 2001 e 3Dmark2001 per la sezione grafica, le stesse suite di test a cui ricorriamo normalmente per i Pc. Come per altre versioni dei Pentium 4, i test Sysmark 2001 evidenziano una discreta disparit di risultati a seconda della sottocategoria che si prende in esame. I 0valori ottenuti nella sezione Internet Content Creation sono infatti sensibilmente superiori a quelli della sezione Office Productivity. Se si prendono in considerazione i valori complessivi, ottenuti dalla media dei risultati delle due categorie, si pu notare che la crescita dei valori, come prevedibile, molto lineare. Il passaggio da 2,2 a 2,4 GHz comporta infatti un miglioramento dellindice complessivo di circa il 6%. Una differenza analoga pu essere apprezzata nel passaggio dalla versione a 2 GHz a quella a 2,2. Le variazioni di performance rilevate dai test 3Dmark 2001 sono invece molto pi limitate, visto che la Cpu condiziona relativamente poco questo tipo di test. Le cose dovrebbero variare sensibilmente con i prossimi esemplari di Pentium 4 dotati di Fsb a 533 MHz. Si parla di versioni a 2,66 GHz, ma anche di nuovi chipset, per esempio quello noto con il nome in codice di Brookdale G.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore