3Italia PocketCube porta la connettività WiFi a casa e in mobilità con un’unica Sim 4G

4gMobility
1 0 Non ci sono commenti

VIDEO – Primo contatto con l’hotpost PocketCube di 3Italia che permette di avere una rete WiFi in casa, potenziata, ma anche di spostarsi con il proprio dispositivo tascabile senza quindi cambiare rete, ovunque, per dare Internet a cinque smartphone o tablet. Una sola Sim per risolvere il problema ovunque

VIDEO e UNBOXING – Immaginate di voler dare connettività ai vostri dispositivi fissi e mobile ovunque siate, ma allo stesso tempo di volere anche la rete WiFi con buona copertura e velocità 4G per casa vostra (e magari anche per la casa delle vacanze) e immaginate di volerlo fare con una unica SIM e un unico piano dati. Impossibile? E invece no… E’ quanto promette e mantiene PocketCube di Tre che da oggi arriva nei negozi 3Italia.

Dall’esperienza dei prodotti WebFamily di Tre, dopo WebPocket e WebCube arriva ora la sintesi PocketCube. Si tratta di un comodo device per la connettività mobile e il WiFi casalingo, che fa della semplicità d’uso il più importante punto di forza. PocketCube è un prodotto plug&play facilissimo da utilizzare che richiede all’utente solo l’inserimento di Sim e batteria, gli stessi gesti che si sono già imparati a fare con il proprio smartphone, poi si accende e si è pronti a navigare, inserendo semplicemente la password WiFi sui device da collegare. Tutto qui. La password da inserire, al primo utilizzo, è appiccicata proprio sul modem, ed è impossibile sbagliare.

PocketCube
PocketCube – Ecco uno dei bozzetti di progettazione disegnati proprio all’interno di Tre Italia

 

Poi con un solo pulsante si può accendere e spegnere PocketCube, e per un primo utilizzo davvero non bisogna sapere niente altro. La confezione contiene il modem e che si innesta nel caricatore da collegare alla rete elettrica. Il caricatore, con le sue antenne WiFi, funziona anche da extender, e il suo utilizzo non richiede all’utente niente altro. In pratica basta tenerlo attaccato alla presa della corrente, proprio come si fa per i ‘deodoranti per ambiente’. Quando si è in casa si aggancia il modem (ma anche no) a seconda delle vostre preferenze, la connettività sarà comunque presente (anche se non beneficerà dell’estensione data dalle antenne); quando si è fuori casa si porta via anche solo il modem ma i vostri device non cambieranno mai la rete di collegamento, e saranno sempre sotto copertura Wifi.

Questo vuol dire – per esempio – che potrete magari anche scaricare un video da quei servizi che generalmente pretendono una connettività Wifi e non si accontentano di quella 3G/4G. Un’altra importante possibilità è portare sia il caricatore sia il modem nella vostra casa in vacanza. Avrete internet e rete Wifi ovunque, con un unico oggetto e una sola SIM.

PocketCube
PocketCube – alimentatore ed ‘extender’ e relativo modem

PocketCube nasce dalla collaborazione di Tre.it (che ha disegnato e ideato questo strumento) e Huawei (che l’ha prodotto e ha fornito la tecnologia di rete). Noi lo abbiamo messo alla prova e dove la copertura di Tre era buona abbiamo superato molto spesso i 50 Mbps, non solo: utilizzato in casa non abbiamo avuto problemi di copertura da ogni angolo, in un appartamento di circa 90 metri quadri.

I dati di targa raccontano che il Pocket (il modem) pesa appena 80 grammi con la batteria da 1500mAh e il cradle invece 140 grammi. La connettività WiFi 802.11 è b/g/n. PocketCube funziona con microSIM ma solo di Tre. Quando si è fuori casa è possibile comunque ricaricare Pocket tramite connettore microUSB compreso nella confezione.

Per la perfezione avremmo desiderato in più semplicemente la possibilità di trovare integrata la Sim, per non preoccuparci davvero più di nulla. Immaginate quindi un servizio in cui se qualcosa va storto basta tornare in negozio e chiedere la sostituzione e a questo punto sarebbe arrivata anche la lode. Di certo per il momento lo promuoviamo a pieni voti. Una buona idea invece sulle possibilità di piano dati potete già farvele sul sito di Tre.it. E ora in video la messa in opera e la prima esperienza.

Quello che vedete nel video è proprio il primo contatto con il device, abbiamo preferito questa esperienza proprio per dimostrare che l’utilizzo del device è alla portata di tutti, anche dei meno esperti, anche delle persone anziane. I più smanettoni apprezzeranno la possibilità di gestire il modem sia via Web, all’indirizzo 3.home da digitare sul browser, sia tramite l’app che sarà disponibile con l’entrata in commercio di PocketCube per tutti gli OS mobile.

E’ prevista la possibilità di collegamento diretto WPS, così come di assicurare l’assesso alla gestione del modem a un amministratore tramite impostazione della password. Sono collegabili fino a 5 dispositivi alla volta. Si poteva magari alzare la soglia a 10 perchè in famiglia è un attimo che tutti colleghino smartphone e tablet e pc.

PocketCube, le tariffe e come acquistarlo

Per quanto riguarda le tariffe, i clienti Consumer possono avere PocketCube con un anticipo di 29 euro scegliendo fra gli abbonamenti: Tre.Dati Plus a 19 euro/mese con 30 GB/mese (1 GB/giorno); oppure Web Senza Limiti a 14 euro/mese con 15 GB/mese (500 MB/giorno); o ancora Web Easy a 10 euro/mese con 4 GB/mese. Attivando contestualmente un abbonamento o una ricaricabile coce, è possibile aderire all’offerta Piano Casa per avere PocketCube a 5 euro/mese anzichè a 10 euro. Per i clienti Business sono invece disponibili due Abbonamenti che permettono di usare PocketCube senza anticipo: Internet M a 19 euro/mese con 20 GB/mese (5 GB/settimana) e Internet L a 24 euro/mese con 30 GB/mese. Sempre e in ogni caso non bisogna pagare nulla di più per avere la velocità LTE. il dispositivo si trova in tutti i punti vendita 3Italia e con le offerte business PocketCube non si paga.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore