Più di 4 miliardi di persone non hanno accesso alla Rete

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
La Dichiarazione dei diritti di Internet, una sorta di Costituzione per la Rete in 14 punti, dal prossimo 27 ottobre, per quattro mesi, sarà sottoposta a una consultazione pubblica. Ecco una sintesi dei temi affrontati
0 1 Non ci sono commenti

Internet.org ha misurato il Divario digitale (Digital divide) nel mondo. Non naviga in Rete 4,4 miliardi di persone

Internet.org ha misurato il Divario digitale (Digital divide) nel mondo. Sono oltre 4,4 miliardi le persone che non hanno accesso alla Rete. Ben 3,4 miliardi risiedono in 20 Paesi. Lo riporta uno studio condotto da McKinsey in tandem con Facebook, per il progetto anti divario digitale Internet.org. Nel 2017 oscilleranno tra 3,8 e 4,2 miliardi i cittadini senza possibilità di navigare sul web.

degli attuali 4,4 miliardi di esclusi, 920 milioni sono analfabeti e tra 1,1 miliardi e 2,8 miliardi non hanno accesso alla Rete mobile. Inoltre  domina il gender gap nei Paesi in via di sviluppo: nei Paesi emergenti le donne cyber-naute sono il 25% in meno.

McKinsey in tandem con Facebook: 4,4 miliardi di persone non accedono alla Rete
McKinsey in tandem con Facebook: 4,4 miliardi di persone non accedono alla Rete

In India, Indonesia ed Egitto i fattori disincentivanti riguardano l’assenza di incentivi e infrastrutture. Ma l’India progredisce nel Mobile, tanto che Google ha lanciato Android One. Germania, Italia, Giappone, Corea del Sud, USA e Russia sono i Paesi più avanzati, secondo Internet.org, con tasso aggregato di penetrazione della Rete è del 78%.

Ma il divario digitale sopravvive anche nei Paesi più connessi al Web: 182 milioni di persone, a basso reddito e donne, non navigano sul web.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore