+8% per Lexmark

Aziende

Secondo trimestre positivo con una crescita dell8% e con utili per azione cresciuti da 65 a 67 cent.

Cautela, ma anche soddisfazione nelle dichiarazioni di Paul J. Curlander, chairman e ceo di Lexmark International, dopo lannuncio dei risultati conseguiti nel secondo trimestre dellanno, terminato lo scorso 30 giugno. Uno sguardo sul terzo trimestre, ci induce a credere di essere ben posizionati per una crescita continua degli utili. Siamo comunque cauti nel fare previsioni, a causa dellincertezza del mercato consumer e della sua aggressiva competitivit. Per il terzo trimestre del 2002 ci aspettiamo un tasso di crescita con segno moderatamente positivo e utili per azione tra i 58 e i 68 cent, rispetto ai 52 del terzo trimestre 2001. Il fatturato del trimestre si attestato a 1.058 miliardi di dollari contro i 981 del medesimo periodo 2001. I materiali di consumo per le stampanti laser e a getto dinchiostro, rappresentano oggi oltre il 50% del fatturato, con una crescita del 4% rispetto allanno passato. Buono anche landamento delle vendite delle stampanti, cresciute del 9%. Un sostanziale contributo venuto anche dalla gestione pi oculata che ha portato a una significativa diminuzione delle spese operative, che attualmente rappresentano circa il 20% del totale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore