8 scatti a destra, dodici a sinistra…

Management

Caso Antitrust, Microsoft forse costretta a presentare i sorgenti di Windows

Il procuratore generale per il caso di antirust contro Microsoft ha chiesto al giudice federale di obbligare la società a mostrare i codici di Windows. Tra le sanzioni proposte dal procuratore per Microsoft cè anche la richiesta di pubblicare una versione di Windows nuda e cruda, ripulita da tutti gli extra come Internet Explorer. Riguardo alla richiesta di analizzare i codici sorgente di Windows, il procuratore ha dichiarato che la questione non può essere risolta facilmente se il vero punto focale della disputa, il codice sorgente di Windows, è nascosto agli occhi di tutti eccetto che agli sviluppatori interni a Microsoft. Un esperto di Antitrust americano sostiene che questa richiesta potrebbe diventare pericolosa per Microsoft. E lequivalente di chiedere alla Coca Cola la formula della sua bevanda. E ciò che Microsoft teme di più.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore