9.000 sviluppatori Oracle lavorano su Linux

Aziende

Il team di sviluppo Oracle dedicato a Linux è un vero e proprio esercito, il cui obiettivo è quello di realizzare prodotto Oracle basati
sul sistema operativo open source

La crescente diffusione di Linux, il suo impiego nelle diverse aree aziendali, compresi sistemi mission critical, ha fatto emergere negli ultimi anni il problema delle competenze e quindi sono diverse le realtà che si sono impegnate in vari modi per accrescere le competenze dei propri tecnici sul sistema operativo open source. Ai primi posti in questo impegno sta sicuramente Oracle che, con oltre 9.000 sviluppatori impegnati a realizzare prodotti Oracle basati sul sistema operativo Linux, vanterà presto la più ampia organizzazione al mondo specializzata nello sviluppo Linux. L’azienda aveva avviato questa iniziativa lo scorso anno con il reclutamento di 5.000 sviluppatori Linux a livello mondiale e prevede che il proprio team di sviluppo potrà sfruttare appieno questo sistema operativo per la fine del 2004. Con la crescita delle competenze su Linux si amplia la scelta delle piattaforme hardware sulle quali sviluppare soluzioni e si introduce la possibilità di lavorare in un ambiente grid. “Negli ultimi anni l’adozione di Linux ha registrato una diffusione sempre più larga. Le aziende utilizzano ormai Linux dallo sviluppo prodotti fino ai sistemi mission-critical, e ora anche sui desktop. Tutti i nostri prodotti si basano su Linux; ciò ha consentito di ridurre i costi di sviluppo, aumentare la produttività e acquisire una conoscenza diretta aiutando i nostri clienti che impiegano Oracle su Linux: tutto questo ci ha fornito una maggiore reattività anticipando le necessità della clientela”, ha dichiarato Wim Coekaerts, Director of Linux Engineering di Oracle. L’impegno di Oracle verso il sistema operativo open source si evidenzia anche attraverso una serie di altre iniziative: partnership strategiche con i provider Linux Red Hat, Novell, Miracle Linux e Red Flag; un team di supporto su scala mondiale composto da oltre 6.000 persone che fornisce assistenza tecnica completa ai clienti Oracle che lavorano con Linux; Oracle Linux Kernel Group, un team attivo 24/7 che collabora con i più importanti vendor Linux, fornisce fix e sviluppa nuove funzionalità a diretto vantaggio della comunità Linux; Oracle Linux and Open Source Developer Center dove gli sviluppatori possono accedere al codice sorgente della piattaforma Oracle su Linux tramite l’Oracle Technology Network.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore