A Black Hat i bancomat finiscono a KO

CyberwarMarketingSicurezza

L’hacker non ha provato i bancomat delle banche, ma ha forzato Atm sfruttando vulnerabilità nei software

Alla conferenza Black Hat l’esperto di sicurezza Barnaby Jack ha offerto una demo su come bypassare la sicurezza degli ATM. I bancomat sono dunque a rischio? L’hacker non ha provato i bancomat delle banche. Ma con il software giusto l’Atm può finire a KO, realizzando il sogno di ogni hacker adolescente.

I bancomat sembrano invulnerabili, ma hanno ben due falle. Una vulnerabilità consiste nel permettere ad un hacker di connettere la postazione ATM attraverso un modem telefonico e, senza conoscere password, forzare il bancomat all’istante ottenendo l’erogazione del denaro cash in banconote. In un altro caso è stato in grado di installare un rootkit per visionare le password amministrative e gli account del PIN fino a forzare il “jackpotting.”

L’hacker ha crackato Atm di Tranax Technologies e Triton. Finora le tecniche note alla polizia erano quelle del “card skimming” e “card trapping“. Maggiori dettagli tecnici sono riportati da The Register.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore