A ciascuno il proprio storage nella Cloud

AziendeCloudManagementNetwork
Le tendenze digitali secondo Accenture

Con quali parametri scegli il servizio di storage cloud giusto per le proprie esigenze? Ecco i criteri per selezionare un servizio per archiviare dati in sicurezza

2. Mai fermarsi a una sola piattaforma

Chi offre un servizio di storage online tout court senza le app di servizio per i dispositivi Mobile e per tutte le piattaforme Pc, non è serio. È vero che è inizialmente scomodo dover installare del software dedicato per accedere ai propri file, ma è anche vero che le interfacce esclusivamente Web non sono sempre navigabili a piacere e comodamente. D’altra parte, anche avere una app per un unico sistema operativo, uccide l’interoperabilità. Per questo suggeriamo sempre di verificare che ci sia una app per accedere online almeno con Windows , Google Android e Apple iOS. Non sia mai detto che cambiate OS o device nei prossimi mesi. Se chi offre il servizio assicura  l’arrivo in tempi rapidi anche per Windows Phone, ancora meglio: mai precludersi la possibilità di cambiare smartphone. Servizi, meno popolari, come Memopal, sono avanti anni luce da questo punto di vista. Offrono tanto spazio agli utenti privati, hanno un servizio in italiano, la loro app è disponibile per tutte le piattaforme principali e al crescere esponenziale dei Gigabyte in affitto non strozzano l’utente. Per tanti aspetti Dropbox e persino Mozy della blasonata Emc, dovrebberoimparare.

Prosegui: Pro e contro dello storage cloud dei brand più forti, la sicurezza

Criteri per scegliere lo storage cloud
Criteri per scegliere lo storage cloud: la sicurezza

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore