A ciascuno il proprio storage nella Cloud

AziendeCloudManagementNetwork
Le tendenze digitali secondo Accenture

Con quali parametri scegli il servizio di storage cloud giusto per le proprie esigenze? Ecco i criteri per selezionare un servizio per archiviare dati in sicurezza

3. Pro e contro dello storage cloud dei brand più forti, la sicurezza

Affidare i propri file nella cloud di Google, Apple, Microsoft offre maggiori garanzie, rispetto a quando si sottoscrivono servizi presso vendor più piccoli? Sì e no. Sì, se siete portati a pensare che i datacenter dei big siano più protetti proprio perché perdere la faccia per loro sarebbe tremendo, no invece – per paradosso – per analoghi motivi. Questi vendor hanno nei database milioni e milioni di clienti. Spesso il loro servizio assistenza è affidato alle FAQ, le soluzioni si trovano prima sui forum che al supporto telefonico, e di certo saranno i primi ad essere attaccati da chi con i vostri dati guadagna. Sottoscrivendo il servizio in una cloud secondaria magari potete spuntare un servizio di assistenza migliore, e il vostro profilo è defilato. Il rovescio della medaglia è che i servizi aggiuntivi crescono a ritmo più lento. Una volta  garantite le caratteristiche di base, dopo che vi siete assicurati che i vostri file sono criptati e decriptati solo da voi e che potete contare sulla trasparenza del vendor, siete già con un servizio cloud di tutto rispetto.

Prosegui: Condividere sì, condividere no 

Criteri per scegliere lo storage cloud: la sicurezza
Criteri per scegliere lo storage cloud: la condivisione
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore