A D8 eBay difende l’acquisizione e la vendita di Skype

AziendeMarketing

eBay spiega cosa non ha funzionato con Skype. E scommette su PayPal che ha un futuro da borsellino digitale dentro i dispositivi mobili

eBay ha fatto bene prima ad acquisire e poi a rivendere Skype. Non è un ossimoro, bensì l’autorevole opinione del Ceo di eBay, John Donahoe, sul palco di D8, l’evento D: All Things Digital.

eBay credeva che Skype potesse ridurre le frizioni fra acquirenti e venditori, in quanto il VoIp è una fantastica tecnologia per connettere gli utenti; tuttavia non si rivelò un tool utile in questo ambito.

Invece eBay scommette su PayPal, che diventerà un borsellino digitale per i micro-pagamenti dentro i dispositivi mobili.

Skype è tornata a ballare (quasi) da sola di recente: eBay ha ceduto circa il 70% di Skype per oltre 2 miliardi di euro al fondo Silver Lake e altri investitori, tra i quali Andreessen Horowitz (ex Netscape) e Canada Pension Plan Investment Board (CPPIB), insieme agli ex co-fondatori di Skype, Niklas Zennstrom e Janus Friis.

La recessione ha fatto da traino alla telefonia su Internet di Skype. Le chiamate internazionali low-cost hanno fatto crescere l’uso del Voip di Skype a 54 miliardi di minuti. Secondo TeleGeography l’utilizzo di Skype International è cresciuto del 51% nel 2008, e si prevede un rialzo del 63% nel 2009 per un totale di 54 miliardi di minuti.

John Donahoe, Ceo di eBay, a D8
John Donahoe, Ceo di eBay, a D8
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore