A doppia cifra i pagamenti wireless

AziendeE-paymentMarketingMercati e FinanzaWorkspace
NFC su iPhone 6: i rumors della vigilia

Nel 2011 crescono a doppia cifra gli utenti di pagamenti wireless. Ma nei paesi in via di sviluppo non c’è febbre da NF: ci vuole tempo a cambiare abitudini nei pagamenti. I dati aggiornati di Gartner

Utilizzano lo smartphone come un portafoglio elettronico. Sono gli utenti di pagamenti wireless o mobili, un picco esercito in crescita che raggiungerà i 141 milioni di utenti nel 2011, in crescita del 38.2%. Secondo la società di analisi Gartner il mercato totalizzetà gli 86.1 miliardi di dollari, con un incremento del 75.9% dai volumi del 2010 di 48.9 miliardi di dollari. Ma il mercato è in charoscuro: la crescita degli utenti dei mobile payment è più lenta del previsto nei mercati in via di sviluppo.

Ma i casi di successo in Kenya e Filippine non devono illudere: altrove non è detto che sarà una passeggiata l’adozione di questi modekli di pagamento via cellulare. La bassa penetrazione del banking e l’alta penetrazione della telefonia mobile, aveva fatto supporre un contagio più rapido delle tecnologie di pagamenti wireless.

Ma per prendere piede, la promettente tecnologia Near Field Communication (NFC) , già protagonista di Google Wallet, impiegherà quattro anni. Bisogna cambiare le abitudini degli utenti e convincere i consumatori a pagare con il telefonino invece che con contanti o carte di credito. La crescita dei pagamenti wireless avverrà, ma a tempo debito.

Secondo Gartner domineranno i mercati in via di sviluppo le tecnologie  Short Message Service (SMS) e Unstructured Supplementary Service Data (USSD), mentre nei mercati evoluti avrà un ruolo Wireless Application Protocol (WAP). Money transfer (il trasferimento di denaro delle rimesse) giocherà un fattore chiave nei pagamenti wireless nei paesi in via di sviluppo.

Tecnologia NFC nel mondo
Tecnologia NFC nel mondo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore