A fine anno la seconda generazione di Aibo

LaptopMobility

Svelati alcuni particolari della seconda generazione del cane digitale di Sony

Dal prossimo novembre, nelle nostre case potrà girare un amico domestico del tutto particolare. Arriva infatti la seconda generazione di Aibo, il fido digitale in grado dimparare, ricordare e prendere decisioni in completa autonomia a seconda degli stimoli ricevuti. Per non ripetere il flop del primo Aibo, Sony ha curato la nuova uscita in tutti i particolari e grazie alla nuova unità Erc, Entertainment Robot Company, sono stati curati tutti i dettagli per non farci rimpiangere i cagnolini veri. Laspetto del fido è simile a quello della prima generazione, è diminuito leggermente il peso, da 1,6 a ,4 Kg, e gli orecchi che ora si possono muovere per indirizzarsi verso la sorgente del suono. La più grande innovazione dei nuovi Aibo, sarà comunque il riconoscimento vocale, che permetterà al robottino di riconoscere il padrone e rispondere quando viene chiamato. Si potranno inoltre insegnare una quarantina di vocaboli ai quali il cane risponderà con una vasta gamma di suoni preregistrati. Ma con Aibo si potrà comunicare anche per via tattile grazie ai sensori posizionati dietro al collo. Dietro agli occhi del cane, ci sarà anche una camera digitale per catturare i fotogrammi quando si vorrà fermare unimmagine, basterà dire Fai una foto e quello che vede in quel momento sarà immortalato in una fotografia. I sensori infra-rossi daranno ad Aibo la possibilità di vedere quello che gli sta attorno e di riconoscere forme e colori. Tutte le informazioni sulla sua vita, saranno memorizzate in una memory stick rosa che uscirà con del software precaricato e poi memorizzerà anche tutto il training successivo. Aibo sarà venduto a partire dal 16 novembre e per un tempo limitato, direttamente dal sito www.aibo.com o telefonando direttamente alla Sony. Prezzo al pubblico 1.590 ? + iva.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore