A Idf 2010 Intel celebra un milione di Pc venduti ogni giorno, ma è pronta per il mercato smartphone

ComponentiMarketingWorkspace

Paul Otellini, Ceo di Intel, apre Intel Developer Forum 2010 (Idf). Il mercato Pc cresce a doppia cifra e Sandy Bridge a 32 nanometri sta per sbarcare sui desktop. Prossima frontiera: i 22 nm

Sul palco di Idf 2010 il Ceo di Intel Paul Otellinidice che il Pc non è morto (come insinuava Steve Jobs la scorsa primavera), ma il mercato Pc vende un milione di unità al giorno e Gartner prevede un mercato in crescita del 18% per il 2010 e il 2011. Ma Otellini nel suo keynote di apertura di Intel Developer Forum a San Francisco ha spiegato che Intel è altresì consapevole del fatto che il mercato Mobile e smartphone stanno esplodendo: , sono previste vendite fino a 5 miliardi di device entro il 2014.

Intel, dunque, non si fa cogliere impreparata dal mobile e lavorerà sia sui sistemi che sul software. Intel ha tre obiettivi: efficienza energetica, connettività Internet, sicurezza. Al passo con la nota Legge di Moore, Intel venderà ora i 32nm in volume, e già lavora sui 22nm, i cui primi chip saranno pronti nel secondo semestre dell’anno prossimo.La sicurezza farà perno su vPro, ma anche verrà messa a frutto l’acquisizione di McAfee per aggiungere sicurezza a tutte le piattaforme. Maccine sicure vogkliono dire azzerare gli attacchi zero day, grazie all’integrazione del software con l’hardware: il progetto è ambizioso. In merito alla connettività, secondo Intel il WiMax coprirà 800 milioni di utenti entro fine anno.

E ora veniamo ai processori. Intel ha presentato Sandy Bridge, un computer su chip completo con forti potenzialità media: di fatto integra grafica e media sullo stesso pezzo di silicio silicio. L’architettura a 32 nm Sandy Bridge avrà implicazioni nel segmento desktop: gli hub casalinghi raggiungeranno 1 Terabyte entro il 2014. La vendita in alti volumi dall’anno prossimo. La grafica è interamente contenuta sul chip. Gli utilizzi della cache CPU accelereranno i processi. Sandy Bridge migliora la gestione Turbo core: circa il 30%. Ottimizzate le potenzialità di overclocking.

Sul fronte Atom la fine 2010 e il 2011 saranno il momento delle smart TV e di “Wi” detto WiDi (Wireless Display). Intanto Orange e Telecom Italia stanno lavorando su Atom. Il ritorno del tablet sarà una nuova opportunità per i chip Atom. Anche gli embedded system offrono spunti per gli sviluppatori. La Tv internet di Google e Sony, con set top box di Logitech, permetterà di usare internet e guardare la TV in una doppia visione (con chat in IM durante i film ed epiche battaglie al telecomando).

Westmere-EX raddoppia la memoria a 32GB DIMM, fino a 2TB di memoria. Il prrocessore ha 10 core, 20 thread, socket compatibile e sfrutta la tecnologia High-K metal gate di seconda generazione. Ivybridge sarà il prossimo ed ultimo chip a 32nm.

Sul fronte tablet, un’intervista di Cnet a David “Dadi” Perlmutter, Vice Presidente esecutivo di Intel, chiarisce meglio la strategia di Intel nel mercato aperto da iPad: Intel non vuole parlare nello specifico di tablet, ma ciò non toglie che Intel sia al lavoro con Nokia sulla piattaforma MeeGo e sull’integrazione sistemi; ma ammette che Intel debba fare passi avanti sull’ecosistema (dove è forte Arm). In mattinata Intel ha mostrato la demo di un tablet WiDi.

Leggi anche: Aspettando il keynote di Paul Otellini a Idf 2010: è l’ora di Sandy Bridge, Atom e Moorestown

Intel svela Sandy Bridge
Intel svela Sandy Bridge
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore