A Igf segue Forum internazionale sui diritti di Internet

Aziende

Oggi a Roma in Campidoglio si tiene un’iniziativa nell’ambito del processo
dell’Internet Governance Forum

L’ Internet Governance Forum (Igf) di Atene un anno fa veniva alla ribalta perché Amnesty chiamò a raccolta i blogger, affinché protestassero contro la censura in Rete e mostrassero solidarietà contro l’oppressione degli utenti online. A Igf parteciparono millecinquecento delegati per discutere del futuro della governance di Internet: accesso a Internet, sicurezza, diversità e libertà di informazione. Da allora la censura non è affatto diminuita (in Iran e in Cina è all’ordine del giorno, anche Wikipedia è un’illustre vittima del firewall cinese), e anzi si sta diffondendo a macchia d’olio in altri paesi . Il Ministro per le Riforme e le innovazioni nella Pa, Luigi Nicolais, ha però deciso di non disperdere l’esperienza di Igf, indicendo per oggi un’iniziativa a Roma. Il Forum internazionale sui diritti di Internet (Dialogue Forum on Internet Rights) si svolge oggi, a partire dalle ore 9, nella sala della Protomoteca del Campidoglio. L’iniziativa si colloca all’interno del processo dell’Internet Governance Forum (Igf) ed è stata organizzata in cooperazione con le Nazioni Unite e il Segretariato dell’Igf. Il Forum sui diritti in Rete vuole approfondire il dibattito internazionale multi-stakeholder tra rappresentanti di Governi, Organizzazioni Internazionali, societa’ civile, settore privato, accademia e comunita’ tecniche sulle opportunità di definire diritti comuni e condivisi che garantiscano l’apertura e il carattere multilaterale di Internet. Intanto in Birmania una sanguinaria giunta sta sparando sul corteo dei monaci e cercando di soffocare le testimonianze dei blog birmani , di bloccare Internet e le connessioni ad alta velocità: la censura e la repressione stanno per togliere voce alla protesta contro il feroce regime militare di Myanmar.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore