A Montpellier, il Centro Ibm per la capacity on demand

Aziende

Il centro di Montpellier offrirà alle aziende l’accesso a server pSeries
con sistema operativo Aix e Linux e a sistemi xSeries con Linux oMicrosoft Windows nonché ai relativi sistemi storage su disco

Per rispondere concretamente alle esigenze di capacity on demand, Ibm è sbarcata a Montpellier con il primo centro europeo in grado di fornire grandi capacità di elaborazione, a richiesta, in particolare alle aziende che operano nell’industria petrolifera, nelle scienze biologiche, nell’animazione digitale e nei servizi finanziari. Il Deep Computing Capacity On Demand Center Ibm della città francese affianca quello americano di Poughkeepsie, nello stato di New York. Il centro di Montpellier offrirà alle aziende l’accesso a server pSeries con sistema operativo Aix e Linux e a sistemi xSeries con Linux o Microsoft Windows nonché ai relativi sistemi storage su disco. Ibm ha inoltre ampliato il centro di Poughkeepsie, che oggi ospita oltre 2.300 fra sistemi Ibm xSeries con processori Intel Xeon, eServer con processori Amd Opteron e BladeCenter, proprio per rispondere alla crescente domanda di questo tipo di elaborazione. Il prossimo passo sarà quello di utilizzare la tecnologia grid nei due centri. Mentor Graphics, un’azienda dell’Oregon specializzata in Eda (Electronic Design Automation), sarà uno dei primi clienti che si avvarrà della potenza di elaborazione dei sistemi Ibm eServer pSeries 690 situati a Montpellier e dei sistemi eServer xSeries del centro di Poughkeepsie. Mentor Graphics è anche impegnata nel collaudo della propria piattaforma software, chiamata Calibre, su sistemi Ibm basati su processori Amd Opteron situati nel centro di Poughkeepsie.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore