NOTIZIE

Francia condanna Google Maps

A Parigi apre il G8 Internet

Parte il Forum Internazionale del Web, una due giorni parigina focalizzata sui temi della Rete: sicurezza, privacy, copyright, cloud computing, social network. Con i protagonisti del mondo IT

Oggi e domani a Parigi il presidente francese Nicolas Sarkozy aprirà i battenti al Summit di Internet che precede il G8 edizione 2011 di Deauville. La tavola rotonda con i rappresentanti del mercato IT vede riunirsi Eric Schmidt (Google), Jimmy Wales (Wikipedia), Jack Ma (Alibaba), Bill Gates, Jeff Bezos (Amazon), Mark Zuckerberg (Facebook), ma non mancheranno i francesi Xavier Niel (Iliad Free), Jacques-Antoine Granjon (Vente-privée), Marc Simoncini (Meetic).

I temi scottanti del Forum Internazionale del Web, una due giorni parigina (24 e 25 maggio) sono: il copyright (com’è noto la Francia ha adottato la Legge Hadopi, che ora sta facendo scuola in Nuova Zelanda), la tutela della privacy nell’era dei social network, il cloud computing, la sicurezza eccetera.

L’obiettivo del G8 del Web è quello di contrastare il cosiddetto Far-Web attuale, in cui Internet appare “una terra di nessuno”; invece il Summit vuole approdare ad una “governance mondiale” della Rete. Finora tutti i tentativi di governance, a partire dall’italiano Bill of Rights, sono naufragati, scontrandosi con il concetto di auto-regolamentazione della Rete. Finora in Rete ha vinto l’approccio “giù le mani dall’online” (anche grazie a Google e Amazon), tuttavia in futuro anche i colossi IT potrebbero essere più concilianti con le richieste dei regolatori governativi che desiderano controllare gli “eccessi di Internet”. I critici dell’iniziativa, che temono soprattutto un giro di vite sul copyright, hanno acquistato un dominio di controinformazione, g8internet.com, che passerà al setaccio tutte le ombre del Summit Internet.

Il concetto di Internet come “nuova frontiera”, un territorio di conquista (anche di nuove libertà), si scontra con il concetto di Far-West selvaggio. Il presidente francese Sarkozy non vuole che la Rete rimanga un posto “senza legge”. Il presidente Barack Obama, a favore della libertà della Rete e dei cyber-rights, anche per il ruolo svolto da blog, forum e social media nelle rivolte in Medio Oriente, avrebbe preferito non tenere un Summit sulla Rete, che rischia di creare più incomprensioni invece di risolvere i problemi sul tappeto: privacy, copyright, antitrust, libertà d’espressione.

ITespresso
Autore: ITespresso
ITespresso ITespresso ITespresso

I contenuti di Itespresso.it sono disponibili su Google Currents: iscriviti adesso!

Commenti




0 Commenti su A Parigi apre il G8 Internet

Lascia un Commento

  • I campi obbligatori sono contrassegnati *,
    L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>