VIDEO Asus Eee Pad Transformer Prime

MobilityWorkspace

Il quad core di Nvidia, Android 4.0 e la docking station con tastiera inclusa nella confezione sono le caratteristiche di spicco di Eee Pad Transformer Prime di Asus, tra i tablet piu’ convincenti gia’ disponibili. Manca il 3G, ma l’autonomia con la tastiera e’ da record

Nel 2015 su cento computer venduti ben quaranta saranno tablet, lo dicono le societa’ di analisi. Asus, gia’ per il 2012, ha pronta una fitta roadmap di rilascio prodotti e dopo aver inaugurato la sequenza con lo Slate B121 su piattaforma Windows, prosegue ora con questo piu’ convincente Transformer Prime  (586 grammi di peso, 10 pollici di diagonale con display super IPS + e Corning Gorilla Glass) che esce dalla fabbrica con a bordo Android 4.0 (Ice cream Sandwich), il Prime inoltre monta il processore piu’ coerente per assecondarne la vocazione multimediale, si tratta del potente quad core nVidia Tegra 3, e viene venduto con inclusa nella confezione una docking station, è più che  un’ottima tastiera perché include una batteria per l’utilizzo fino a 18 ore e prevede una porta USB (non manca sul tablet quella Hdmi). Tutto a un prezzo piu’ che aggressivo, 599 euro. Asus Eee Pad Transformer Prime e’ disponibile da subito presso gli Asus Point e dal 10 di febbraio 2012 invece nei consueti canali della grande distribuzione.

Dunque sono queste le caratteristiche di punta di un tablet (non è il primo della famiglia Transformer) che a prima vista ha tutte le carte in regola per porsi in concorrenza non solo con il punto di riferimento iPad di Apple, ma anche con gli ultrabook costosi, se non altro per il form factor ultraportatile e per il prezzo abbordabile, se non proprio per le prestazioni come pc. A farci le spese saranno in questo caso i netbook. Crisi economica permettendo. Si ha infatti la percezione che le aziende abbiano tanti progetti nel cassetto da presentare al mercato con estrema prudenza. Asus stessa ha gia’ pronto anche un Eee Pad Phone con il supporto per telefonare, ma arrivera’ piu’ avanti. Di sicuro c’e’ che alcuni tablet sono destinati al bagno di sangue e che Android paga ancora pegno alle app di iOS, perche’ anche in ambito business se si hanno soldi per sviluppare su un’ unica piattaforma e’ facile che si scelga iOS.

Asus Eee Pad Transformer Prime non dovrebbe rientrare tra i tablet sfortunati. A noi e’ parso un device molto convincente, cui in pratica manca solo la connettivita’ 3G integrata. Certo, e’ una mancanza pesante, e lo e’ soprattutto per chi vorra’ utilizzarlo proprio per lavorare, piu’ che per i giocatori incalliti. L’altra nostra convinzione e’ che seppure di tablet di fascia alta stiamo parlando, questo sia un tablet con una spudorata vocazione consumer.

L'innesto del tablet Transformer Prime nella sua tastiera consente di ricaricare la batteria per un'autonomia fino a 18 ore

Lo dice il processore nVidia Tegra 3, il quad-core spinto per i giochi, lo dice il respository TegraZone con le applicazioni che ne esaltano le prestazioni (sono quelle con estensione THV), e lo dicono le soluzioni software per il gioco in 3D con i dispositivi di controllo di PlayStation e Xbox. Ne e’ una prova anche il supporto DLNA (MyNet), e tool come SuperNote, o Zinio per leggere i periodici. Si trova preinstallata l’applicazione di Amazon e anche PressDirect per le news dei quotidiani, se proprio cercate le applicazioni Office troverete Polaris.

Fa pensare alla vocazione consumer di questo tablet anche la presentazione che offre Alessandro Salsi, country product manager di AsusTek Italia quando, in riferimento al software di controllo remoto del pc di casa con MyDekstop, non trova esempio migliore per l’applicativo della possibilita’ – ancora – di continuare a giocare, sfruttando la potenza del computer. Poi si torna a parlare della buona fotocamera da 8 Megapixel (quella frontale però e’ da 1,2 Megapixel appena) dei 32 Gbyte di memoria integrata e dell’unico Gbyte di Ram. Ma siamo ai dettagli, e i tablet bene o male su questi parametri si stanno appiattendo a quel tanto che serve per soddisfare Android.

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore