A spasso su Marte i computer BAE Systems con architettura IBM PowerPC

Stampanti e perifericheWorkspace

Basati su architettura IBM PowerPC, i cervelli di BAE Systems che
guidano le sonde Spirit e Opportunity, i robot che stanno esplorando il
pianeta rosso dopo esservi giunti con successo nel mese di gennaio.

Entrambi i robot sono equipaggiati con computer BAE Systems – i modelli RAD6000 – schermati contro le radiazioni. Le unità RAD6000 hanno elaborato i principali dati di navigazione nel corso dei sei mesi di viaggio dalla Terra a Marte. I due robot sono stati progettati per studiare i minerali che si trovano all’interno delle rocce marziane. Ogni giorno le due sonde si spostano di 40 metri sopportando temperature notturne anche di 100 gradi inferiori allo zero. Il modello RAD6000 è un computer RISC (Reduced Instruction Set Computer) a 32 bit basato su architettura IBM PowerPC in grado di operare in un ambiente altamente irradiato come quello spaziale. L’unità RAD6000 appartiene a una linea di computer schermati contro le radiazioni sviluppata e prodotta da BAE Systems con il supporto del JPL della NASA e dello U.S. Air Force Research Laboratory. A partire dal 1995, gli impianti IEWS di Manassas, in Virginia, hanno prodotto più di 300 computer schermati che sono stati lanciati e fatti funzionare nello spazio. Il modello RAD6000 è stato anche il computer responsabile dei dati e del controllo di un’altra missione di successo, quella del Pathfinder, che ha esplorato Marte nel 1997.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore