A Storage Networking World, Fsc promuove lo storage su disco

CloudServer

Fujitsu Siemens Computers presenta nuove Vtl CentricStor per il backup puro su disco. I partner sono Emc, NetApp e Symantec

Fujitsu Siemens Computers, in occasione di Storage Networking World Europe, ha annunciato due nuove Vtl ( virtual tape library) della serie CentricSto.

Le precedenti versioni delle Vtl CentricStor erano state progettate secondo l ‘assunto che i clienti fossero ancora interessati a un backup con esito finale su disco. Invece, i nuovi sistemi sono puro disco e non eseguono back su nastro. Per questo Fsc parla di Vt Dl (virtual tape disk library).

Presentando gli apparati, Marcus Schneider,

responsabile per lo storage di Fujitsu Siemens ( e da poco membro del direttivo di Snia Europe), ha ricordato che mentre le organizzazioni più grandi adottano ancora i nastri , nelle aziende di media grandezza si segnala la tendenza a passare a soluzioni di backup puramente su disco, dove alcuni concorrenti di Fsc hanno guadagnato posizioni. I CentricStor sono compatibili con tutti i sistemi open e certificati per tutte le principali applicazioni di backup. Il sistema CentricStor Vta 500 Dl ha una capacità storage pari a 72 Tb, il modello CentricStor Vta 1500 Dl può raggiungere i 576 Tb. E grazie alla compressione dei dati, è possibile utilizzare la capacità storage disponibile in maniera ancora più efficiente. Non è prevista al momento alcuna forma di deduplicazione a bordo.

Un altro annuncio di Fujitsu Siemens a Storage Networking World riguarda un’iniziativa legata alla compliance in ambito email. Alla Efficient Email Initiative hanno aderito Fsc,Emc, NetApp e Symantec. Obiettivo sono le aziende alle prese con i requisiti di corporate governance che utilizzano Microsoft Exchange. Lo storage viene fornito da Fsc, Emc e Netapp, mentre il software coinvolto è Enterprise Vault di Symantec e EmailXtender di Emc. Sullo sfondo sta la direttiva europea Eurosox , versione continentale del Sarbanes Oxley Act americano in cui il principale problema sembra stare nella compliance della gestione della posta elettronica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore