A tutto e-gov

Aziende

Il Cnipa preme l’acceleratore sull’Ict per ridurre le distanze tra PA,
imprese e cittadini

Il Ministro Nicolais nei giorni scorsi, con le diverse componenti del settore pubblico (Ministeri, Regioni, Autonomie locali), ha iniziato a illustrare e concertare le linee strategiche del “Sistema nazionale di e-government“, in vista della loro emanazione entro fine anno. Affrontando il tema del “divario digitale” rispetto alla banda larga, è stato annunciato che è vicina l’intesa con il Ministero della Difesa per disporre delle prime frequenze per il Wi-Max. Circa tre miliardi di euro complessivi sono il più grande investimento sui temi dell’innovazione e della ricerca. Le risorse destinate alla riforma delle amministrazioni dovranno essere utilizzate al meglio e in tempi rapidi per raggiungere l’obiettivo di una Pubblica amministrazione più efficiente e capace di rispondere alle esigenze dei cittadini e delle imprese. Ora il Cnipa risponde con il piano triennale 2007-2009 per l’upgrade tecnologico della Pa. Sono necessari 6,2 milioni di euro da destinare alle seguenti iniziative: Codice dell’amministrazione digitale; progettazione di un sistema informativo federato; riorganizzazione delle infrastrutture informatiche; Centro Unico di Backup degli enti previdenziali e assicurativi (CUB); istituzione del Centro di Competenza sulla customer satisfaction; infine attenzione verrà riservata a VoIP, wireless, mobile government, Rfid e biometria.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore