ABI: L’app della banca spopola in Italia

ManagementMarketingMobilityNetwork
ABI: Le apps delle banche spopolano
0 10 Non ci sono commenti

Gli italiani accedono sempre di più alle apps mobili bancarie. Secondo l’ABI, crescono gli utenti mobili che entrano in banca via smartphone o tablet

Gli italiani, che accedono alle apps mobili delle banche per monitorare il saldo del conto corente o effettuare operazioni come bonifici bancari, crescono. Secondo l’ABI, sono in aumento gli utenti mobili che entrano in banca via smartphone o tablet. Dal rapporto di Abi Lab e Shool of Management del Politecnico di Milano, emerge che un quinto (20%) degli italiani attivo su home banking nel 2013 ha compiuto operazioni anche via smartphone. Nel corso del 2015 oltre il 50% dei clienti attivo su Internet sarà operativo anche su mobile.

Hanno superato la soglia dei 7 mila download al giorno le applicazioni scaricate per il mobile banking in media. Il 70% del settore bancario prevede aumenti di investimenti dedicati al mobile banking nel budget IT del prossimo anno, mentre il 30% delle banche stima un “forte aumento” delle risorse destinate al canale.

ABI: Le apps delle banche spopolano
ABI: Le apps delle banche spopolano

Smartphone e tablet vengono utilizzati dal 57% degli uomini ( contro il 43% delle donne) per operazioni e pagamenti; le apps bancarie spopolano nella fascia d’età compresa tra i 45 e i 54 anni (28%). Se confrontiamo i dati del 2014 con quelli dell’anno scorso, la prefereza per il canale mobili spopola nelle fasce d’età più avanzata (+7% per gli italiani dai 55 ai 64 anni; +10% per quelli dai 45 ai 54).

Accedono al mobile banking (per operazioni e pagamenti) soprattutto la mattina (43% per i tablet; 36% per gli smartphone); ma fra le fasce orarie preferite seguono il pomeriggio (rispettivamente, 29% e 36%) e la prima serata (29% e 24%).

Casa e ufficio fanno la parte del leone  (79% tablet e 67% smartphone), ma si fanno largoanche le operazioni “in mobilità” (22% e 26%) e le operazioni bancarie svolte  “in coda”, per esempio mentre si aspetta nel traffico cittadino o mentre in fila per ritirare un certificato o un esame (17% e 23%).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore