Accenture: La tecnologia si plasma al servizio dell’uomo e apre a nuovi mondi

Business IntelligenceDataNetwork
Shopping nell'AI per Microsoft, nell'ehealth per Apple

Secondo l’Accenture Technology Vision 2017, lo studio annuale sui principali trend tecnologici dei prossimi tre anni, le aziende dovranno esplorare l’inesplorato per sopravvivere nell’era dell’economia digitale odierna e per questo l’intelligenza dell’uomo può crescere grazie al supporto dell’intelligenza artificiale

Per poter centrare i propri obiettivi nell’economia digitale attuale, organizzata in ecosistemi, le aziende devono avventurarsi in territori inesplorati, non limitandosi a lanciare nuovi prodotti e servizi, ma pensando molto più in grande, cogliendo l’opportunità di delineare regole e standard di business per i nuovi mercati che si creeranno.  Il 74% degli executive coinvolti nel sondaggio afferma che la propria organizzazione sta approcciando contesti digitali completamente nuovi, ancora non definiti. Si sta parlando dell’Accenture Technology Vision 2017, lo studio annuale di Accenture sui principali tend tecnologici dei prossimi tre anni. Quello appena descritto è uno di questi: esplorare l’inesplorato che sembra quasi un controsenso, ma se ci si pensa attentamente, dovrebbe imporre alle aziende di stilare una strategia di medio-lungo periodo abbandonando il breve.

 Nell’ambito della Technology Vision, Accenture ha condotto una ricerca coinvolgendo oltre 5.400 dirigenti d’azienda ed executive IT di tutto il mondo. Quasi nove partecipanti su dieci (l’86%) sostengono che, nel contesto di un rapido progresso delle singole tecnologie, sia il loro effetto moltiplicatore a creare la vera rivoluzione. La ricerca spiega come l’avanzamento nell’intelligenza artificiale, nell’Internet of Things e nell’analisi dei big data permetta oggi di progettare una tecnologia in grado di imparare a pensare sempre di più come le persone e di adattarsi ai loro desideri e bisogni, se non addirittura ad anticiparli.

Fonte: Accenture
Fonte: Accenture

Un approccio basato sulla centralità delle persone garantisce un ritorno alle aziende, afferma la ricerca Accenture. Saranno leader di mercato coloro che evolveranno da fornitori a partner, sapendo trasformare le proprie organizzazioni anche internamente. La tecnologia viene progettata dalle persone per essere al servizio delle persone.  Si adatta ai nostri comportamenti e impara da noi per migliorare le nostre vite, arricchendo e rendendo più appaganti le nostre esperienze. L’80% degli executive coinvolti nella ricerca sottolinea la necessità, per le organizzazioni, di capire non solo le necessità attuali delle persone, ma anche i loro desideri per il futuro, e adeguare la tecnologia affinché possa guidare la realizzazione degli stessi.

Da un lato quindi, Accenture punta l’attenzione sull’intelligenza artificiale come il volano per lo sviluppo delle imprese, dall’altro ci si domanda se sia davvero così nel nostro paese, per esempio, dove la gran parte delle piccole e medie imprese fatica a capire cosa sia l’artificial intelligence. Forse sono proprio loro, con le loro strutture snelle e la profonda volontà di reggere sul mercato, a esplorare l’inesplorato e a trovare quella strada verso la ripresa, o forse sono anche i singoli individui ad aver in tasca gli strumenti per sviluppare la loro intelligenza, prima di tutto, grazie allo ‘sfruttamento’ dell’intelligenza artificiale. E qui sta un altro trend evidenziato dalla ricerca Accenture: l’85% degli executive prevede di aumentare il ricorso, nella propria organizzazione, a freelance indipendenti entro il prossimo anno. La storia parlerà per esperienze.

Shopping nell'AI per Microsoft, nell'ehealth per Apple
Uomo verso intelligenza artificiale, o vale il contrario?

Il ritmo di questo cambiamento è strabiliante e rappresenta il più grande passo avanti dagli albori dell’era informatica”, afferma Alessandro Marin, Accenture Technology Lead per Italia, Europa Centrale e Grecia. “Trasformando le nostre vite e il nostro lavoro, la tecnologia pone la società di fronte a sfide importanti e crea nuove opportunità. Al timone del cambiamento che coinvolgerà il nostro modo di vivere ci sono le persone; possiamo, quindi essere ottimisti e affermare che l’azione responsabile dei leader assicurerà un impatto positivo delle nuove tecnologie sulla società”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore