Accordo Blackberry e Samsung: la sicurezza di BES12 sui Galaxy

MarketingSicurezzaSoluzioni per la sicurezza
Samsung entrerà nell'arena dei pagamenti mobili
1 3 1 commento

BlackBerry Enterprise Service (BES12) sbarca sui Samsung Galaxy. La sicurezza BlackBerry per blindare i dispositivi Android

Blackberry e Samsung hanno siglato un accordo per portare la sicurezza di BlackBerry Enterprise Service (BES12) sui Galaxy con sistema operativo Android. La società d’analisi IDC definisce il patto con Samsung un accordo storico, al più alto livello, con il numero uno del mercato smartphone: un’intesa dal forte e “significativo impatto potenziale“. Da inizio 2015 i dispositivi Samsung Galaxy diventeranno altamente sicuri. Il sistema Samsung Knox, che offre una suite di applicazioni di lavoro sicure, girerà sui nuovi server di BlackBerry, noti come BES12.

Blackberry ha anche ottimizzato la video-conferenza mobile attraverso l’app di messaggistica e la possibilità di dividere i costi d’utilizzo fra gli utenti. Blackberry ha guadagnato il 7%, il più alto rialzo dal giugno 2013.

BlackBerry Enterprise Service, o BES12, è in grado di rendere sicuri non solo i dispositivi BlackBerry, ma anche quelli dotati di Apple iOS (oggi sotto la minaccia di Masque Attack), Google Android e Windows Phone di Microsoft.

I Samsung Galaxy verranno protetti da BES12 di Blackberry (in foto: Galaxy Note 4)
I Samsung Galaxy verranno protetti da BES12 di Blackberry (in foto: Galaxy Note 4)

Samsung Knox scommette sulla sicurezza nell’era BYOD: da Knox Marketplace a Knox Enterprise Mobility Management (EMM). Samsung ha spiegato che Knox Marketplace è uno storefront dedicato alla mobilità aziendale, in grado di offrire i servizi di Samsung Knox, ma anche altre apps dedicate al business, come Microsoft Office 365, Box e Google Apps. I manager IT e le PMI possono acquistare apps o software in bundle: e con Active Directory e il supporto single sign-on incluso, vengono assegnate agli utenti immediatamente, appena l’app viene pubblicata su Samsung Knox.

I servizi Knox sono dotati di autenticazione a doppio fattore, mentre il Galaxy S5 è equipaggiato con sensore biometrico in grado di rivelare l’impronta digitale. Infine la piattaforma Knox (che conta 25 milioni di dispositivi, con un milione di utenti e 7 mila attivazioni al giorno) supporta Microsoft Workplace Join. Invece Knox Enterprise Mobility Management (EMM) è un servizio basato sul cloud che arriva con supporto sign-on. Questi prodotti sono destinati alle PMI che non hanno un dipartimento IT, ma vogliono offrire ai dipendenti applicazioni sicure.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore