Acer, arrivano la Mixed Reality e i device per il back-to-school

Workspace

Realtà aumentata, laptop ultrasottili per il gaming, un nuovo smart watch e i 2-in-1. Acer prepara il suo autunno caldo

In occasione dell’evento mondiale next@acer a New York, Acer ha presentato la nuova gamma di prodotti che vedremo anche nel nostro Paese, nella maggior parte delle proposte giusto in tempo per la ripresa delle attività, dopo le vacanze estive. Laptop per giocare ultrasottili, convertibili, ma anche all-in-one, indossabili e il primo visore per la realtà aumentata targata Microsoft.  

Sono proprio assaggi di futuro quelli della demo pubblica di Windows Mixed Reality attraverso il visore di Acer che porta lo stesso nome della tecnologia di Redmond e che sarà disponibile entro la fine dell’anno. Si tratta della proposta Microsoft, per fondere realtà fisica e virtuale, in una sorta di esperienza ibrida e aumentata, la stessa che si potrebbe avere con Microsoft Hololens, ma senza Hololens.

La piattaforma è in grado di unire mondi fisici e virtuali e produrre nuovi ambienti basati su bit e intelligenza digitale. Acer Windows Mixed Reality è composto quindi da due display LCD con la risoluzione di 1400×1400 pixel, Hdmi 2.0, USB 3.0 e cuffie StarVR virtual reality.

Predator Triton 700
Predator Triton 700

Tra le proposte di punta in ambito laptop, invece, spicca il nuovo Predator Triton 700, un notebook per giocare, ma anche ultrasottile, grazie alle nuove ventole termiche in metallo Aeroblade 3D.  Mentre per il convertibile 2-in1 Switch 5  e l’all-in-one Aspire U27, Acer ha adottato il sistema di raffreddamento a liquido LiquidLoop, con il risultato di avere device silenziosissimi ma anche potenti.

Andiamo con ordine: Predator Triton 700 si presenta con uno chassis tutto di alluminio con lo spessore di appena 1,8 cm sfrutta processori Intel Core di settima generazione e il comparto grafico è nutrito con Nvidia GeForce GTX serie-10

Per quanto riguarda invece Switch 5, è possibile considerarlo come successore naturale di Switch Alpha 12, almeno per il sistema di raffreddamento con la stessa tecnologia. Switch 5 è il primo ibrido a portare in dote le cpu Intel Core i7 e i5 di ultima generazione e arriva in abbinata al fratello minore Switch 3, entrambi i 2-in-1 sono equipaggiati con Windows 10 e si utilizzano con Acer Active Pen1, per lavorare meglio sullo schermo touch con Windows Ink. 

Acer Swift 1
Acer Swift 1

Soluzioni queste da non confondere con i nuovi laptop (qui sopra), per il nome simile: i due modelli nuovi, che ben si prestano per l’esperienza a scuola e l’utraportabilità sono  Swift 1 e Swift 3, questo ultimo con un peso intorno a 1,8 Kg, e spessore di appena 18mm, e con l’ autonomia di 10 ore; invece Swift 1 (con il telaio tutto in alluminio) è ancora più leggero e sottile perché pesa appena 1,3 Kg e lo spessore massimo è di 15 mm. Dalla prospettiva in foto è facile ritrovare non poche somiglianze estetiche con i MacBook Pro. 

Arriviamo alla proposta da scrivania all-in-one: Aspire U27 è il suo nome, è incorniciato in un telaio con spessore di appena 12 mm, poggia su supporto in metallo a V, pronto ad adattarsi a casa, come in un ufficio di rappresentanza e sfrutta un display touch da 27 pollici (full hd), consente il riconoscimento del volto con Windows Hello per le procedure di login, anch’esso è silenzioso come gli ibridi grazie a LiquidLoop.

Infine un annuncio in ambito wearable. Il nuovo smartwatch di Acer si chiama Leap Ware, con quadrante circolare dal diametro di 42 mm (e Gorilla Glass SR+), e la scocca in acciaio inox brunito in un design semplice e minimalista, ma che mostra la sua vera natura per la vita all’aria aperta con la certificazione IPX7.

Acer Leap Ware
Acer Leap Ware

L’azienda spiega come si tratti di un prodotto  adatto per uso quotidiano intensivo e consente di beneficiare di una ricca suite di funzionalità per il benessere e il fitness (si abbina agli smartwatch Android ma sfrutta un sistema operativo proprietario e l’app Liquid Life), una nota caratterizzante è l’autonomia tra tre e cinque giorni, grazie al chipset poco avido di risorse il MediaTek MT2523 accompagnato dal sensore biometrico MT2511.