Acer fa i conti in tasca a Windows Vista

Sistemi OperativiWorkspace

I vendor di Pc trovano troppo cara la versione Home Basic

I prezzi di Xp non ci sono più come le mezze stagioni. Le politiche commerciali di Microsoft sono sotto attacco da parte dei vendor di computer. In prima fila tra i produttori Oem c’èAcer che critica in particolare la versione Home Basic di Windows Vista: senza la nuova interfaccia Aero, senza la Vista experience e senza Media center e controllo remoto, la release Home Bassic dell’erede di Windows Xp è decisamente troppo costosa e poco rappresentativa della svolta di Microsoft. La versione preinstallata più diffusa non avrà nessuna delle funzionalità più interessanti di Windows Vista, ma allo steso tempo saràpiù cara di Windows Xp Home Edition del 10%. Per fornire la licenza Premium, quella che invece apre agli utenti le porte delle percezione di Vista, i vendor di Pc dovrebbero rincarare i prezzi, a discapito però dei profitti. Quindi i vendor di Pc si trovano di fronte al dilemma di tagliare i costi agli utenti business, fornendo una versione meno costosa di Xp Pro, ma senza funzionalità enterprise come la gestione di Active Directory. Secondo Acer, Microsoft in realtà, pur avendo tre versioni consumer di Vista, sostiene solo Premium Edition. Ma la versione Windows Vista Premium è ovviamente più costosa della Basic. E Acer, che ha sempre scommesso sugli sconti e sulle versioni consumer a basso costo per i desktop, per essere più competitiva, secondo la società di analisi Enderle group, si trova in live difficoltà.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore