Acer Ferrari 3200

LaptopMobility

Il rosso Ferrari continua a stupire grazie a ottime prestazioni e a una
dotazione molto completa

Acer presenta la seconda edizione del notebook marchiato dalla casa di Maranello: Ferrari 3200. Stesso stile e naturalmente stesso brillante colore rosso, ma con una configurazione rinnovata, più potente e ancora più veloce rispetto al primo modello. Per quanto riguarda l’aspetto estetico l’unica variazione è l’inserto in fibra di carbonio appena sopra la tastiera, mentre rimangono invariati i particolari relativi allo scudetto Ferrari sia sul pannello dello schermo che sulla fascia poggiapolsi. Rinnovata del tutto, invece, la configurazione hardware che ruota attorno al recente processore Amd Mobile Athlon 64 2800+, con una frequenza di funzionamento di 1800 MHz. Questo tipo di Cpu offre ottime prestazioni con le attuali applicazioni ed è naturalmente pronto per le prossime generazioni di software a 64 bit. Le tecnologie HyperTransport e PowerNow!, consentono di migliorare le prestazioni rispettivamente per il multitasking e l’autonomia della batteria. A completare la combinazione processore/scheda madre, troviamo il chipset K8T800 prodotto da Via. Altra differenza sostanziale rispetto al precedente modello è rappresentata dall’acceleratore grafico. In questo notebook viene sempre installato il Mobility Radeon di Ati, ma nella versione 9700, la più veloce disponibile attualmente per i computer portatili. I dati tecnici di questa Vpu indicano un miglioramento del 30% rispetto alle versioni precedenti, senza trascurare l’importanza del risparmio energetico, impiegando un processo produttivo a 0,13 micron. Le ottime performance del Ferrari 3200 sono state confermate dai nostri test. Con i MobileMark2002 il valore riscontrato è tra i più elevati mai rilevati fino a oggi se confrontati con configurazioni simili. Le migliori prestazioni si raggiungono però nei test grafici dove abbiamo potuto rilevare, grazie proprio alla Vpu con 128 Mbyte di memoria dedicata, i migliori risultati nei test 3Dmark 2003. L’autonomia, sebbene aumentata rispetto alle precedenti versioni di notebook con Cpu Amd risulta l’aspetto più limitato, con una durata delle batterie che non arriva alle tre ore. Migliorate anche le memorie di massa, che in questo modello comprendono un disco fisso da 80 Gbyte e un masterizzatore Matshita Dvd-Ram UJ-825S in grado di leggere ma soprattutto scrivere in tutti i formati oggi disponibili, Dvd-Ram compresi. Nessuna miglioria invece, è stata apportata al display che rimane comunque un ottimo Tft con diagonale da 15″ capace di una risoluzione massima di 1400×1050 pixel. Tra le interfacce di serie, gli adattatori wireless con standard Ieee 802.11g e Bluetooth, non mancano l’interfaccia di rete a 1 Gbit e il modem analogico V.92. Per il collegamento di periferiche esterne si dispone di quattro porte Usb 2.0 e di una porta Firewire, mentre nella parte frontale del notebook sono integrate una porta infrarossi e un lettore dei più diffusi formati di memorie flash. Le condizioni di garanzia hanno validità di un solo anno con la possibilità di estendere il periodo fino a un massimo di tre anni. La copertura per tutto il periodo è di tipo internazionale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore