Acer, Packard Bell, e-Machine: tre brand dalla diversa personalità

AziendeLaptopMobilityPCWorkspace

Ne parliamo con Gianpiero Morbello, corporate vice president marketing & brand Acer Group, che annuncia l’arrivo del quarto brand a breve, grazie all’acquisizione di E-Ten

Ora che ufficialmente Packard Bell fa parte di Acer ( da due mesi), si riesce a dettagliare meglio la strategia che il gruppo taiwanese vuole adottare per vendere i suoi prodotti (o, detta con più eleganza, per posizionarsi sul mercato).

Ne parliamo con Gianpiero Morbello, corporate vice president marketing & brand Acer Group, che non fa mistero di quanto sia coinvolgente ma anche delicata questa transizione.“Credo che l’unione di tre aziende in una(Acer ha acquisito lo scorso anno Gateway e poi Packard Bell, ndr)sia molto impegnativa ed entrol’estate integreremo anche una quarta realtà appena acquisita,E-Ten, che fa smartphone . Abbiamo lavorato molto in questi mesi, anche con l a società di ricerche Mc Kinsey, per capire il modo migliore per approcciare il mercato con i tre brand che compongono la nostra offerta”.

La decisione è stata quella di posizionare i prodotti secondo la personalità di ogni singolo brand, e non secondo una logica di prezzo.“Crediamo –spiega Morbello –che si possano proporre, allo stesso livello di prezzo, più brand differenti”.

In sintesi: Acer rimarrà il brand che interessa la fascia di utenti attenti all’ultima tecnologia; e-Machine (brand eredità di Gateway), in consegna al canale in questi giorni per affrontare il “back to school”, coprirà la fascia entry level con un’ampia gamma di prodotti dai pc ai notebook, per poi arricchirsi anche con i monitor; Packard Bell, invece, colpirà gli utenti attenti maggiormente al design.“Con il marchio Acer usciamo dal mercato entry level, per lasciarlo a e-Machine – puntualizza Morbello -:Acer indirizza l’acquisto di tecnologia, Packard Bell il design, e-Machine la razionalità del prezzo” .

Dopo l’annuncio di due giorni fa dell’ Acer Aspire One, in netbook per utenti internettiani, che segna l’ingresso di Acer in un nuovo mercato, oggi il gruppo si concentra sulla nuove offerte di Packard Bell (pc, notebook e monitor).

L’obiettivo è comune: diventare entro il 2011 il primo vendor di notebook a livello mondiale,scalzando Hp dal primo posto.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore