Acer ripensa l’offerta aziendale delle soluzioni server e storage

AziendeDataStorage

Acer punta sul brand Gateway. Arrivano anche server Gateway. Quinto posto in Italia per i server

Dopo il lancio europeo dello scorso mese del brand Gateway come braccio armato della sua strategia del settore aziendale,Acer ha riproposto anche sul mercato italiano la sua strategia multibrand. Più di anno fa Acer aveva comprato Gateway ( con il suo marchio consumer Emachines) con Packard Bell e ha proceduto poi alla definizione di quella che chiama la sua strategia multibrand che indirizza diversi tipi di utenza e di segmenti di mercato con diversi tipi di prodotto nelle diverse aree geografiche.

In questa ridefinizione dell’offerta mentre il brand Gateway resta per i prodotti di consumo negli Stati Uniti, in Europa, dove è decisamente meno conosciuto, Acer ha deciso di mettere il logo Gateway a una serie di soluzioni che attraverso il canale indiretto si indirizzano al segmento delle imprese medio piccole. A quanto si capisce, Acer sta accuratamente cercando di evitare sovrapposizioni con altri prodotti a marchio Acer e ha deciso di offrire le sue soluzioni hardware Gateway ( personal computer e, a breve, server ) nei diversi paesi interessati, tra cui l’Italia, attraverso un unico distributore.

Nella maggior parte dei paesi Techdata, e in Italia Esprinet.

Gateway si impegna ad entrare in un segmento di mercato largamente dominato da Hp , che è anche il rivale di riferimento per Acer nel tradizionale segmento di mercato dei personal computer , fissi e mobili.

Ma in Italia , mentre i dati di mercato confermano il testa e testa di Acer con Hp nella parte client, Acer è a grande distanza da Hp quanto a quote di mercato per server ( linea Altos) e storage ( dove commercializza le soluzioni midrange di Hitachi Data Systems).

In una situazione in cui alcuni competitor stanno perdendo quote di mercato nell’area server, Acer non ne ha guadagnate nel tempo anzi è scivolata al quinto posto , dietro Dell. Come ammettono i responsabili di Acer , anche se quello dei server è un business ancora in crescita, richiede una nuova focalizzazione , in parte attraverso il tradizionale canale di vendita Acer e poi anche attraverso un canale a valore aggiunto come potrebbe essere quello rappresentato da Gateway.

Come spiega a eweekeurope.it Alberto Scolari , Business Development Manager Professional Division di Acer Italy, le aziende sono alle prese con alti costi di manutenzione delle server farm: “Proprio in momenti di difficoltà economica come gli attuali, Acer ritiene che di poter giocare un ruolo attivo nei confronti delle Pmi che tentano di ridurre i costi di gestione. L’ottimizzazione dell’infrastruttura informatica con i nuovi prodotti Altos e Hitachi permette di risparmiare sui costi di energia e di manutenzione, sfruttando anche i processi di consolidamento dei server attraverso la virtualizzazione “.

Con i server Altos Acer soddisfa a esigenze che partono dai pochi posti di lavoro per arrivare fino a quelle delle aziende con esigenze complesse e geograficamente dislocate in varie sedi, anche attraverso un Solution Center collocato alle porte di Lugano in Svizzera.

La linea tower prevede server Altos in cabinet che possono essere posizionati anche nei locali di lavoro. Sui modelli G540 e G5450, biprocessore quad core con capacità di memorizzazione fino a due raid-array da quattro dischi ciascuno , particolare cura è stata posta sulle caratteristiche di sicurezza, tali da garantire il funzionamento continuo delle apparecchiature anche in caso dei guasti più comuni. Quindi, oltre alle configurazioni in raid dei dischi, è disponibile la ridondanza sia dell’alimentazione che della ventilazione

La linea rack è costituita dai server professionali che permettono di concentrare in spazio limitato apparati multipli, server e storage, collegati tra loro e con la rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore