Acer scommette sui tablet con chip multi-core Intel Sandy Bridge

Dispositivi mobiliLaptopMarketingMobilityWorkspace

Acer lancerà da 2 a 3 nuovi tablet, fra i 7 e i 10 pollici di diagonale, nella prima metà del 2011. Segni particolari: Sandy Bridge su architettura x86

Acer, dopo aver presentato il touchbook Iconia (con doppio schermo touchscreen e tastiera virtuale) e i tablet Android, afferma che sta per mettere a punto anche tablet con chip Intel Sandy Bridge. Finora a spartirsi il mercato tablet erano la britannica Arm e il dual core Nvidia Tegra 2. Ma Acer, il vendor che più ha “pagato dazio” alla cannibalizzazione dei netbook da parte dei tablet, vuole giocare anche la carta Intel. Forse usciranno anche tablet basati su versioni ULV di Sandy Bridge.

Le nuove Cpu Intel perdono il nome Sandy Bridge e sono la seconda generazione dei processori Core iX: più potenza e consumi inferiori. Acer vuole portare i tablet su architettura x86, ma è difficile attualmente immaginare come il multi-core di Intel potrebbe girare su media tablet.

Acer però insiste: lancerà da 2 a 3 nuovi tablet, fra i 7 e i 10 pollici di diagonale, verso metà del 2011. I tablet presentati nei mesi scorsi arriveranno invcece in aprile. Dopo i tablet Android e iPad 2 dual core, potrebbe essere l’ora dei tablet multi-core con architettura x86 o forse versioni Ulv.

La gamma Acer con Android
La gamma Acer con Android
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore