Adaptable Modular Storage, dal 2000 in su

CloudServer

Hitachi si avvicina alle medie imprese con una nuova gamma di soluzioni che facilitano la gestione aumentando le performance

Cresce la fame di storage delle Pmi i cui bisogni si avviciano a quelle di fascia enterprise e si arricchisce l’offerta mid-range firmata Hitachi Data Systems, che ha introdotto una nuova famiglia di sistemi storage, denominata Adaptable Modular Storage 2000. Si tratta di un’unità rack modulare che offre fino a 480 dischi di capacità nel modello base per arrivare alla versione 2500 con capacità massima di 472Tb.

Le carte vincenti dell’ultima proposta Hitachi non si giocano soltanto nel rapporto prezzo/prestazioni ma anche in un profilo tecnico interessante tra cui sono inclusi come standard un load balancing dinamico con doppi controlli operativi in modalità active/active il cui microcodice può essere aggiornato in modalità live, oltre a un inedito retro in chiave 3Gbit/s Serial Attached Scsi. A detta del portavoce aziendale, si tratta di marce in più interessanti rispetto alle altre proposte della stessa categoria, in quanto il livello di throughput offerto è più elevato e allo stesso tempo si elimina la necessità da parte degli utenti di implementare successivamente degli strumenti di load balancing sui loro server.

Tutto questo rende la famiglia Hitachi Ams interessante applicata ad ambienti virtualizzati, dal momento che permette di scaricare I sovraccarichi dei server consentendo di gestire più macchine deduplicate. Il kit applicativo è certificato VmWare Esx e supporta la tecnologia di migrazione a caldo VMotion.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore