Addio alle file con il postino telematico

Aziende

Entro fine anno il portalettere, dotato di palmare, porterà a domicilio servizi finanziari e postali. A partire da Roma, Verona, Torino, Prato e Milano

Entro fine anno 11mila postini, pari a un portalettere su quattro, diventeranno telematic i. I portalettere non si limiteranno più a consegnare buste, lettere e pacchi, ma, dotati di palmare, porteranno a domicilio servizi finanziari e postali. Terminata la fase di sperimentazione, i primi postini della nuova era saranno a Roma, Verona, Torino, Prato e Milano. Poste Italiane scommette su questa novità per rinnovare l’efficienza del servizio. Il palmare sarà collegato a una mini stampante, per consegnare all’utente la ricevuta di eventuali pagamenti. A domicilio si potranno pagare (a costi contenuti) i seguenti servizi: bollettini, ticket sanitari, ricariche cellulare, inviare raccomandate o atti giudiziari, e farsi consegnare medicinali ordinati per telefono dal medico. “La grossa novità – sottolinea l’Ad di Poste italiane, Massimo Sarmiè che si potrà seguire a distanza il viaggio di una raccomandata, anche di natura legale, come gli atti di notifica giudiziaria”. Fino al momento esatto in cui il destinatario la riceve”.

Di’ la tua in Blog Cafè: 11mila postini con palmare, per servizi a domicilio

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore