Adobe contro Apple per difendere Flash

AziendeMarketing

Un team di legali sta valutando se ad Adobe convenga portare in tribunale Apple, storica alleata dai tempi di Photoshop. In gioco sono il prestigio e la fortuna di Adobe Flash

Steve Jobs accusa Adobe Flash di non essere all’altezza di Html 5, di essere “ingombrante” e di far sprecare la batteria dei dispositivi digitali su cui gira: questi sarebbero in sintesi i motivi per cui Flash non può salire su iPhone e iPad. Ma Adobe dice basta alle accuse di Steve Jobs, Ceo di Apple: già in un video Adobe ha dimostrato come Flash giri bene su Hp Slate Pc (il Tablet con Windows 7 che contrasterà Apple iPad). Ora Adobe minaccia di andare per avvocati.

Adobe è disposta a difendere Flash anche in tribunale, dopo un mese di accuse “gratuite” alla tecnologia più popolare per i video (Flash è usato dalla stragrande maggioranza dei siti Web; ed è la tecnologia regina di YouTube, il sito di video condivisione di Google, anche se la BigG ha aperto le porte ad Html 5).

Secondo ITWorld, un team di legali sta valutando se ad Adobe convenga portare Apple (storica alleata dai tempi di Photoshop) in tribunale.

Se Photoshop è una creatura tutta targata Adobe, Flash è frutto dell’acquisizione da 3,4 miliardi di dollari di Macromedia nel 2005. Vedremo come andrà a finire.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore