Adobe Creative Cloud nel 2012: anche Photoshop sarà in affitto online

CloudCloud ManagementManagementMarketing
Adobe Air e Flash mobili

Adobe potrebbe vendere Photoshop e Dreamweaver su Internet. Per promuovere le vendite grazie al cloud e all’abbonamento sul Web dei programmi in download

Anche Adobe vuole affiancare l’online ai canali di distribuzione tradizionali e scomettere sulla nuvola del cloud computing. Adobe potrebbe vendere Photoshop e Dreamweaver su Internet, per promuovere le vendite. Il Cto (Chief Technology Officer) Kevin Lynch progetta il rilascio del pacchetto software fra le nuvole, Adobe Creative Cloud, per inizio 2012.

Adobe consentirà ai clienti di affittare o noleggiare programmi su base mensile e di condividere i lavori fra Pc e dispositivi mobili. Chi vorrà potrà continuare ad acquistare pacchetti software da oltre 1.000 dollari.

Prodotti Creative Cloud semplificherebbero la condivisione delle idee sul Web per gli utenti di Adobe. Creative Cloud consentirà agli strumenti di Adobe di essere rivitalizzati dal cloud: a partire da Photoshop, i programmi di foto-editing, i tool di website-design Dreamweaver e le applicazioni di publishing InDesign. Verranno tutti riprogettati in versioni in download in abbonamento sul Web. Creative Cloud includerà l’accesso a sei nuovi “Touch Apps” per creare pagine stampate e siti web usando i tabblet (oggi Android, iPad e in fururo Windows 8 di Microsoft).

Come iPad, anche Windows 8 non consentirà l’uso di Flash sul browser Internet Explorer 10. Adobe è consapevole del successo di Html 5 e supporterà la nuova tenologia nella maggior parte dei nuovi prodotti. Un nuovo strumento è lo sviluppo di software per i dispositivi mobili: PhoneGap, conquistato da Adobenella recente acquisizione di Nitobi Software.

Adobe Air e Flash mobili
Adobe Air e Flash mobili
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore