Adobe Creative Cloud, nuovi strumenti per i video al NAB SHow

Sistemi OperativiWorkspace
eMarketer: Le cifre della Pay Tv in Europa
1 1 Non ci sono commenti

In attesa della prossima release che arriverà in estate Adobe Creative Cloud fornisce qualche assaggio delle nuove caratteristiche nel comparto video e audio

Tutto passa, ma non i video, che restano la modalità di comunicazione più coinvolgente e alla portata di tutti, per farsi conoscere, per ritagliarsi un pubblico ad hoc. A NAB Show di Las Vegas, la fiera della National Association of Broadcasters (NAB) che quest’anno si tiene dal 16 al 21 aprile, Adobe ha presentato alcune nuove funzionalità della sua suite Creative Cloud, inerenti il video editing, l’audio, le motion graphics e la collaboration.

Sì, perchè se il video è il mezzo di comunicazione più coinvolgente, è anche in rapida evoluzione, e non sono solo i professionisti a doversi adeguare ai nuovi standard, tutti i creativi hanno bisogno di mostrare qualcosa di nuovo o proporre la propria idea semplicemente meglio.

Ecco in sintesi le novità più importanti di Creative Cloud: l’editing immediato durante l’importazione permette all’utente di Premiere Pro CC di lavorare anche durante il processo d’importazione di file audio e video in background, una novità da poco nel caso di clip brevi, ma molto più importante quando l’importazione è di un lungometraggio, e infatti è accompagnata dai nuovi potenti proxy workflow di Premiere Pro CC e Adobe Media Encoder CC che permettono di lavorare con facilità utilizzando media pesanti da 8K, HDR e HFR e di passare liberamente dal formato nativo al proxy, anche su macchine leggere. Correzione e adattamento colore sono garantiti ora dagli strumenti Lumetri Color potenziati in Premiere Pro CC aggiungono HSL Secondaries per espandere il toolkit degli editor.

After Effects ora dispone di un nuovo motore di anteprima video e audio con la riproduzione dei frame nascosti. In Adobe CC il Character Animator, semplificato, facilita la creazione di pupazzi e permette di taggare con facilità i diversi livelli degli stessi e di registrare riprese multiple del movimento dei personaggi anche registrando le risposte al movimento e quindi avviare l’animazione. Nel comparto audio invece il nuovo pannello Essential Sound di Audition CC permette di mixare contenuti audio con risultati professionali e infine la ricerca con filtro degli  Adobe Stock è velocizzata dalla ricerca direttamente nelle Creative Cloud Libraries.

Adobe Stock, video e immagini royalty free
Adobe Stock, migliaia di video e immagini royalty free facilmente utilizzabili per video e ritocchi

Gli asset autorizzati presenti nella library sono contrassegnati per facilitarne l’identificazione con i video corredati d’informazioni su durata e formato e i video salvati collegati alle anteprime nel sito Adobe Stock. Tra i casi di successo più recenti di produzioni che hanno utilizzato Adobe Creative Cloud riportiamo Deadpool, della 20th Century FOX che ha battuto ogni record al botteghino. Altre produzioni che usano Premiere Pro CC sono Mindhunter, la nuova serie di David Fincher per Netflix, e 6 Below che viene attualmente girato in 6K RED.

Altre novità arriveranno invece con la prossima release all’inizio dell’estate.in questo caso Premiere Pro CC implementerà nuove funzioni di realtà virtuale, come la modalità “campo visivo” per i media sferici combinati. Un ulteriore passo in avanti farà proprio Adobe Stock con più connessioni con le app CC e i nuovi workflow per facilitare gli utenti di Adobe Bridge e Lightroom che sfrutteranno Adobe Stock direttamente dall’interno dell’applicazione.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore