Adobe pensa al consumer

Workspace

Con il lancio di Photoshop Elements 5.0 e Premiere Elements 3.0, localizzati
in italiano, il canale di Adobe ha
a disposizione un’arma efficace per incontrare il mercato in questi mesi
pre-natalizi

Con il lancio di Photoshop Elements 5.0 e Premiere Elements 3.0, localizzati in italiano, il canale di Adobe ha a disposizione un’arma efficace per incontrare il mercato in questi mesi pre-natalizi. I prodotti disponibili presso i distributori come Esprinet, J-Soft, Tech Data, e Ingram Micro contengono notevoli migliorie e sono disponibili anche in bundle a un prezzo consigliato di 150 euro, Iva inclusa, contro i 99,60 del singolo prodotto. In particolare risulta molto più efficace la versione riveduta e corretta di Premiere finalmente in grado di rivaleggiare con i prodotti Pinnacle nel montaggio e nella elaborazione dei video amatoriali, grazie a un’interfaccia decisamente più intuitiva destinata a un pubblico di appassionati e non di professionisti. Pensata per la condivisione delle immagini e delle realizzazioni, Premiere permette di creare Dvd, o di mettere i filmati sul web, mentre la funzione Map View, frutto di un accordo con Yahoo Map, consente di creare un link a una mappa, localizzando il proprio filmato. Le stesse caratteristiche si trovano in Photoshop Elements, che in questa versione si è ulteriormente allontanata dall’interfaccia professionale di Photoshop e pur mantenendo molte delle funzioni del fratello maggiore si rivela decisamente più semplice e abbordabile per un pubblico di appassionati che vuole cimentarsi nel fotoritocco.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore