Adobe porta Air su Linux

Management

Invece il nuovo servizio Photoshop Express in beta di Adobe solleva alcuni interrogativi

Adobe dovrebbe lanciare oggi l’alpha di AIR (Adobe Integrated Runtime) e ha annunciato che AIR si unirà a Linux Foundation e avrà qunidi una versione Linux. Air, Flex e Flash Player insieme costituiscono la piattaforma Adobe per lo sviluppo e la fruizione di Rich Internet Applications (RIA). Con Air gli sviluppatori possono creare applicazioni Web utilizzando tecnologie e linguaggi già conosciuti come Html e Ajax. Kevin Linch, CTO Adobe, non ha nascosto il proprio entusiasmo: “Air è già disponibile sia per Windows, sia per Mac. Ora la possibilità di estenderne l’utilizzo anche a Linux segna un vantaggio strategico non indifferente”. La sfida nello sviluppo delle RIA, quindi, vede ora quattro protagonisti: Adobe, Microsoft con Silverlight (XAML), Google con il suo Web Toolkit e Sun con Java FX.

Intanto le fotografie su Adobe Photoshop Express sollevano alcuni interrogativi: a chi appartengono? Agli utenti o a Adobe? Il nuovo servizio in beta di Adobe Systems solleva alcuni dubbi: nella sezione Use of Your Content Adobe non si impossessa dei contenuti, ma lascia adito a punti di domanda. Lavorare in un ambiente online secondo il modello SaaS (software as a service) non equivale a lavorare in ufficio in completa privacy.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore