Adobe Reader e Internet Explorer i più tartassati dagli attacchi informatici

CyberwarMarketingSicurezza

Nella lista delle 15 vulnerabilità a maggior rischio exploit, spiccano Adobe Acrobat e Reader, il browser di Microsoft e Java

M86 Security Labs punta il dito contro Adobe Reader, Internet Explorer e l’ascesa dei exploit per Java. Nella lista delle 15 vulnerabilità a maggior rischio exploit, spiccano Adobe Acrobat e Reader, il browser di Microsoft, ma anche Microsoft Access Snapshot Viewer, Real Player, Microsoft DirectShow, SSreader e AOL SuperBuddy.

Ad attirare il cyber-crime è il metro della popolarità: Java è nel mirino perché popolare, come spiega eEye Digital Security. In uno scenario di attacco, i browser che visitano un sito Web legittimo sono rediretti da un iFrame nascosto o da un  JavaScript  verso un sito Web malevolo che ospita un applet Java pericoloso.

Lo spam è all’88% dei messaggi e-mail. Secondo Sophos, l’Italia è ottava per spam. Proofpoint e CommTouch hanno calcolato una media di 179 miliardi di e-mail di spam o phishing inviate al giorno nel secondo trimestre 2010 (a fare la parte del leone il “farmaceutico”).

M86 Security Labs
M86 Security Labs
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore