Adobe Video Collection 2.5

LaptopMobility

La software house di San José ripropone in un’unica soluzione software i
suoi applicativi per l’editing video, l’audio, gli effetti speciali, e l’authoring su Dvd, tutti migliorati e potenziati

Che Adobe punti a conquistare sempre maggiori quote nel mercato del software per quello che riguarda il video digitale sui desktop non è una novità, ma con la nuove release degli applicativi dedicati alle produzioni audio/video la software house californiana sembra aggredire con decisione anche altri mercati, come quello della produzione audio e dell’authoring professionale per i Cd e i Dvd. Adobe ha raccolto nella nuova Video Collection il meglio dei suoi software in questo ambito, creando una suite completa: per quello che riguarda l’editing video, con Premiere Pro 1.5; per la creazione di effetti speciali e di immagini animate, con After Effects 1.5; per il mixing e l’editing audio, con Audition 1.5; e per l’authoring su Dvd, con Encore Dvd 1.5. La Video Collection è disponibile in due versioni: Standard e Professional. La versione Professional si distingue dalla Standard perché include After Effects in versione Pro e, in più, anche Photoshop Cs, il pacchetto leader di mercato per il fotoritocco, ora ancora meglio integrato con gli altri programmi della Video Collection. Ecco in dettaglio tutte le caratteristiche e le novità di ciascun pacchetto provati ancora nella versione Beta. Premiere Pro 1.5 Con la prima versione di Premiere Pro la società aveva compiuto già un notevole passo avanti. Ora la release 1.5 punta a migliorare ulteriormente la gestione dei flussi di lavoro e le qualità delle produzioni (vedi anche grouptest software su questo stesso numero). Questo grazie ai nuovi strumenti di editing e di manutenzione dei progetti, come il nuovissimo Project Manager che agevola la raccolta, lo spostamento e l’archiviazione dei contenuti consentendo un elevato livello di integrazione con ambienti professionali online e offline. Project Manager permette, per esempio, di raccogliere tutti i file associati a un progetto e salvarli come nuovo progetto in una diversa posizione. Può inoltre ridurre la dimensione di un progetto escludendo le clip non utilizzate, i file di anteprima, i file audio conformati e anche le porzioni di clip non effettivamente usate. È anche possibile lavorare su una versione in bassa risoluzione del video, copiare il lavoro completo in un nuovo progetto che contiene solo i contenuti realmente utilizzati, quindi ricatturare il progetto più compatto in alta risoluzione. In Premiere Pro 1.5 è stata inoltre migliorata l’integrazione con Adobe After Effects 6.5, Photoshop Cs e Encore Dvd 1.5. Tutti i programmi utilizzano e riconoscono elementi comuni e condividono la medesima interfaccia utente. L’integrazione con altre applicazioni è inoltre assicurata dalla vastissima varietà di formati utilizzabili, sia in fase di importazione che in fase di esportazione. A livello di strumenti di editing ed effettistica la versione 1.5 aggiunge nuovi controlli, effetti e filtri. In particolare è da segnalare la possibilità di utilizzare i controlli Bezier per ottenere risultati più fluidi e naturali nei tracciati di animazione e nella velocità alla quale essi vengono seguiti. I controlli Bezier possono anche essere utilizzati nella timeline per regolare la velocità di transizione tra i fotogrammi chiave per qualsiasi altro effetto. Le impostazioni associate agli effetti possono inoltre essere memorizzate e applicate ad altre tracce e clip. La libreria prevede ora effetti 3d verosimili, che mantengono i loro attributi anche quando un’immagine viene ruotata o visualizzata da un’altra prospettiva. Questi effetti, che riducono il carico della Cpu traendo vantaggio dalla tecnologia di elaborazione grafica cutting-edge presente sulle schede video avanzate, permettono di ottenere sequenze di grande impatto, come far scorrere un’immagine in un cilindro e quindi ruotare il cilindro senza perdere l’effetto di scorrimento. Passando alla gestione del colore, sono ora disponibili quattro nuovi filtri noti agli utenti di PhotoShop: Livelli automatici, Colore automatico, Contrasto automatico e Luci e ombre. A livello di gestione dell’audio Premiere Pro 1.5 permette di migliorare il posizionamento e l’editing e offre due nuovi filtri: DeHummer e DeEsser. Il primo consente di rimuovere rumori indesiderati che possono essere introdotti da cavi poco schermati, circuiti di messa a terra e commutatori di luce; il secondo rimuove l’eccessivo sibilo dall’audio, specialmente negli speakeraggi. Infine, per integrarsi al meglio in ambienti professionali Premiere Pro 1.5 supporta il nuovo formato 24P Advanced (24Pa) di Panasonic e permette di importare, modificare e distribuire le nostre produzioni HD utilizzando hardware certificati. After Effects 6.5 Da sempre perfetto complemento di Premiere, anche After Effects è stato potenziato con l’arrivo della release 6.5. Sempre disponibile in due versioni, Standard e Professional, Adobe After Effects consente di ottimizzare le prestazioni e il flusso di produzione riducendo i tempi di rendering tramite il supporto esteso per OpenGl e una migliore gestione della cache. I miglioramenti apportati all’interfaccia, i 150 effetti forniti di serie e i 250 preset disponibili rendono inoltre ancora più facile la composizione di livelli 2d e 3d nello spazio, l’aggiunta di camere e luci e l’applicazione degli effetti di animazione grazie ai potenti controlli dei fotogrammi chiave. La versione Professional è pensata per ambienti di produzione più complessi e offre numerose funzionalità aggiuntive, come quelle che permettono di tracciare e stabilizzare i movimenti, utilizzare strumenti avanzati per Keying e Warping, aggiungere o rimuovere granulosità nel metraggio, lavorare con oltre 30 plugin professionali per gli effetti speciali e sfruttare un avanzato sistema particellare. Nella versione professional sono inoltre disponibili effetti audio supplementari, un linguaggio di scripting per automatizzare i processi e la possibilità di effettuare il rendering distribuito in rete. Encore Dvd 1.5 Anche Encore Dvd, il programma dedicato all’authoring, ha subito una profonda rivisitazione e ora è ancora più agevole creare Dvd multilingue dalla struttura complessa, con menu interattivi, tracce audio multiple e tracce per i sottotitoli. Le migliorie della versione 1.5 includono una nuova gestione degli elementi per la progettazione dei menu, la possibilità di creare e memorizzare gli stili, una maggior precisione nel layout e un controllo più accurato sulla creazione della struttura di navigazione. In particolare, la palette Library può ora essere utilizzata per organizzare livelli di testo, forme vettoriali, livelli di sfondo e set di livelli, oltre ai pulsanti, alle immagini e ai template di menu a più livelli già supportati nella precedente release. Pulsanti, menu e set di livelli supportano inoltre i livelli nidificati introdotti con Adobe Photoshop Cs. Novità anche per quanto riguarda la palette Styles, che permette di registrare e caricare effetti di livello di Photoshop come ombre, bagliori ed effetti rilievo. L’aspetto finale di un menu può ora essere visualizzato in anteprima anche in fase di modifica ed è disponibile un’anteprima specifica su monitor esterno, utilissima perchè evita di dover masterizzare il Dvd per verificare la compatibilità con lo schermo televisivo. Sempre per ridurre al minimo i rischi è anche disponibile una nuova funzionalità che permette in qualsiasi momento di verificare se ci sono problemi nel progetto legati alla navigazione, al bit-rate e ai sottotitoli. Audition 1.5 Audition è il programma professionale di registrazione e postproduzione audio pensato per l’utilizzo sia in modalità standalone sia integrato in uno studio di produzione video. La versione 1.5 offre una maggiore integrazione con prodotti di terze parti, diverse migliorie nell’interfaccia e nuove funzionalità tra cui, da notare, gli strumenti avanzati di correzione audio, effetti più sofisticati e il supporto del plugin Vst. Il programma viene inoltre fornito con 500 nuovi loop audio (che si aggiungono ai 4.500 della precedente versione) e implementa la tecnologia ReWire, permettendo di lavorare con una sessione mentre vengono modificate le sorgenti individuali in altre applicazioni ReWire compatibili, come Propellerhead Reason o Ableton Live. Questa tecnologia permette inoltre di controllare la sincronizzazione dei movimenti, in modo che spostando la posizione di Play in un’applicazione venga aggiornata la posizione Play anche nell’altra. Audition 1.5 è anche più facile da utilizzare grazie alla nuova interfaccia, al supporto per le scorciatoie da tastiera e alle funzioni di anteprima audio migliorate che permettono un monitoraggio più efficiente del lavoro. Anche il supporto per il video è stato ampliato grazie alla possibilità di importare i formati Mpeg, Dv nativo e Windows Media Video, oltre al formato Avi già supportato nella versione precedente. Per semplificare la sincronizzazione audio in punti specifici del video, nella vista Multitrack la traccia video appare ora come una serie di miniature visualizzate lungo la clip audio. Tra le funzionalità potenziate troviamo quelle per l’editing nello spazio di frequenza, per la correzione del pitch, per l’eliminazione automatica dei clic/pop e il nuovo effetto Studio Reverb, che fornisce un riverbero di alta qualità anche in tempo reale sia nella vista Edit sia in quella Multitrack. Per finire, sono finalmente disponibili le funzioni integrate per la masterizzazione dei Cd Audio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore