Adsl, consumatori uno, Wind zero

NetworkProvider e servizi Internet

Il Tribunale di Roma accoglie il ricorso del Movimento consumatori nei
confronti dell’operatore, accusato di errata e scorretta informazione sulla
effettiva copertura Adsl delle utenze telefoniche

Il Movimento consumatori batte Wind, uno a zero. Parliamo di banda larga: il Tribunale di Roma ha accolto un ricorso dei consumatori nei confronti di Wind. Gli utenti avevano segnalato di essere stati male informati sulla copertura con la rete a banda larga della loro linea telefonica: Libero.it dava segnale positivo sulla copertura Adsl della loro zona, quando invece non c’era. “Questa sentenza costituisce una vittoria per tutti i cittadini, perché per la prima volta il giudice ha condannato i comportamenti scorretti del gestore, per errata e scorretta informazione sulla effettiva copertura Adsl delle utenze telefoniche“, dice Laila Perciballi del Movimento consumatori. L’interrogazione dell’utente circa la copertura in Adsl deve ottenere una risposta veritiera e completa, e non fasulla o parziale. Il digital divide c’è, non deve essere nascosto, ma superato.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore