Adsl, il BitStream dopo le ferie

NetworkProvider e servizi Internet

Rimandato a settembre il rinnovo dell’Adsl all’ingrosso

Si stanno allungando i tempi del BitStream italiano. Per superare il divario digitale si faceva affidamento sul WiMax (la banda larga senza fili), da promuovere laddove non arriva l’Adsl, e sul BitStream. Il BitStream, deliberato dall’Agcom (Autorità Garante delle Comunicazioni), dovrebb e rinnovare l’Adsl all’ingrosso. Telecom Italia ha fatto l’offerta, che ora passa alla lente di AgCom per un’analisi approfondita. L’associazione Aiip ha già denunciato che il bitstream di Telecom avrebbe prezzi dalle 10 alle 20 volte superiori (all’ingrosso) rispetto a quelli europei. L’analisi di AgCom non sarà dunque banale e andrà per le lunghe. Il bitstream si applicherà alle zone non raggiunte da reti unbundling degli operatori alternativi e abbasserebbe i prezzi, migliorando la qualità delle offerte Adsl. Tuttavia il bitstream italiano sembra rimandato a settembre, se non oltre. Telecom Italia non ha del resto fretta di perdere market share.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore