Affollamento di cause hi-tech nei tribunali USA

Workspace

A quanto pare, la pratica di intentare causa ai propri concorrenti non viene influenzata dal rallentamento delleconomia

Dopo la pausa forzata causata dallattentato dell11 settembre, le aziende americane sono tornate al lavoro, e quelle hi-tech hanno ripreso a dedicarsi alla seconda cosa che sanno fare meglio, dopo linnovazione tecnologica sintende fare causa a ex partner o concorrenti. Numerose sono infatti le cause portate allattenzione dei tribunali americani nelle ultime settimane; elenchiamo di seguito le più importanti. Intel contro Via Uno dei nomi più importanti coinvolti è quello di Intel, che ha citato Via per lutilizzo di cinque tecnologie brevettate da Intel e sui chipset P4X266 e P4M266, dedicati alle schede madre per processori Pentium IV. Accanto a un cospicuo indennizzo, Intel chiede di ritirare dal mercato i prodotti incriminati. Imation contro Quantum Imation ha invece intentato causa contro il rivale Quantum per abuso di posizione dominante nel mercato delle memorie di massa, in particolare in relazione ai supporti di memorizzazione su nastro DLT, chiedendo un risarcimento di 450 milioni di dollari. Le accuse riguardano il tentativo di creare un cartello per fissare il prezzo dei nastri, laver esteso inappropriatamente dei brevetti alla tecnologia DLT e aver invece pubblicizzato i dischi compatibili DLT come standard aperti. Xerox contro Palm Dopo essersi lasciata scappare linvenzione degli anni 80, linterfaccia grafica a finestre, Xerox mette le mani avanti e cerca di tutelare quella che ritiene unaltra sua invenzione il riconoscimento della scrittura a mano. Per questo nel 97 ha intentato causa a US Robotics, rea di aver utilizzato una tecnologia simile sui propri palmari, secondo Xerox. La cui divisione Palm di US Robotics era stata successivamente acquisita da 3Com e trasformata in Palm Inc. Il giudice federale aveva stabilito che il software di US Robotics fosse diverso da quello di Xerox. La corte di appello ha rovesciato la sentenza e la causa continua. Novell contro Microsoft Loggetto del contendere è qui una pubblicità di Microsoft ritenuta ingannevole e lesiva dei propri interessi da parte di Novell. Microsoft avrebbe inviato a clienti Novell una scatola di cereali con il suggerimento di controllare la data di scadenza del sistema operativo di rete di Novell. Novell, afferma che ancora una volta Microsoft stia cercando di instillare nel pubblico paura, incertezza e dubbio e chiede a questa di ritirare immediatamente la campagna, rifonderla dei danni prodotti e di inviare a tutti i clienti una nota che affermi che Novell non ha una data di scadenza. Riaa e Mpaa contro FastTrack Dopo aver neutralizzato Napster, lindustria discografica punta il dito contro FastTrack, società olandese che realizza il software utilizzato da siti come Kazaa e Morpheus per offrire un servizio di scambio di file musicali simili. Il software era stato progettato per evitare denunce di questo tipo, per esempio non prevedendo un archivio centrale dei dati, ma limminenza del lancio di servizi di download di musica a pagamento da parte delle Majors, ha messo queste sul piede di guerra. Nel frattempo, in Corea… Sebbene siano i più oberati da cause di questo tipo, i tribunali USA non sono gli unici a dover esprimersi di frequente in materia di alta tecnologia. Daum Communications, azienda che cura il più visitato portale coreano, ha chiesto ai giudici di quel paese di impedire la commercializzazione di Windows XP. Secondo Daum, capofila di un gruppo di 17 compagnie, non è legale che Windows Xp raggruppi tutta una serie di applicazioni e servizi software, incluso quello di istant messaging, col quale Daum detiene una significativa fetta del mercato coreano.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore