AgCom: fra Toto-nomine e quote rosa

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Sky fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo "Incostituzionale"

La votazione sulle nomine per l’AgCom è stata rimandata al prossimo 6 giugno. Il palmares dei candidati: i CV devono essere inviati entro il primo giugno. Su Facebook nasce il gruppo pro quote rosa in AgCom

L’economia digitale registra un tasso di crescita annuo del 12%, superiore a quello cinese. La Internet economy vale 4,2 trilioni di dollari nel G20 e corre più dei BRIC. Senza banda ultra larga, l’Italia perde 1,5% di PIL. In questo contesto, le nomine in AgCom, l’Authority italiana per le Garanzie nelle Comunicazioni, assumono un significato importante: le nomine devono essere trasparenti e meritocratiche.

La seduta di votazione sulle nomine per l’AgCom è stata rimandata al prossimo 6 giugno. I candidati potranno spedire il proprio Curriculum Vitae entro e non oltre il prossimo 1 giugno, e a giugno si voterà non solo per AgCom, ma anche per il Garante della Privacy e il Consiglio di presidenza della Giustizia Amministrativa. Il Presidente della Camera Gianfranco Fini ha promesso “la massima pubblicità” e trasparenza per tutti i CV che giungeranno entro il 1 giugno. Ogni singolo documento verrà inviato a tutti i parlamentari alla Camera, per decidere secondo criteri meritocratici. A chiedere glasnost nelle nomine è stata l’Open Media Coalition, coalizione indipendente di soggetti e associazioni per la difesa della libertà di informazione e il pluralismo dei media, attraverso il sito vogliamotrasparenza.it. Guido Scorza, avvocato ed esperto di diritto e Internet, ha chiesto anche di pubblicare online i curricula dei candidati sui siti di Camera e Senato.

La Rete ha già chiesto di votare Stefano Quintarelli, che ha ringraziato chi lo ha candidato. A sostituire Corrado Calabrò, il palmares  del toto-nomine vede tanti nomi in corsa: il segretario generale della stessa Agcom Roberto Viola, o il giurista Vincenzo Zeno Zencovich, ma anche Marcello Cardani, docente di economia alla Bocconi, oltre a Stefano Quintarelli. Il Pdl vorrebbe confermare Antonio Martusciello, eleggibile in quanto non ha completato il mandato, mentre il Pd avrebbe messo in lizza Antonio Sassano e Maurizio Decina; per l’Udc Rodolfo De Laurentiis e Luca Volonté; per la Lega Davide Caparini e Giovanna Bianchi Clerici.

Nasce infine su Facebook anche il gruppo per le quote rosa in AgCom: i curricula per le candidature ad AgCom relative alla rappresentazione di genere devono essere inviati a agcom@key4biz.it. La Womenomics e il Fattore D possono offrire il loro contributo anche all’Authority che regolamente Internet e, dunque, all’economia digitale.

AgCom: fra toto-nomine e quote rosa
AgCom: fra toto-nomine e quote rosa
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore