AgCom detta le regole per i contratti via telefono

NetworkProvider e servizi Internet

Le nuove norme dell’authority Tlc puntano a una maggiore trasparenza e alla
certezza giuridica

I contratti a distanza, e cioè stipulati telefonicamente, hanno una regolamentazione. Le nuove regole annunciate dall’ AgCom vogliono portare maggiore trasparenza, per evitare la giungla del passato (quando alcuni call center si erano resi protagonisti di pratiche non sempre chiare) e per fornire maggiori rassicurazioni agli utenti. L’Authority delle Tlc intende dare, oltre alla trasparenza, anche la certezza giuridica dei contratti. L’utente deve poter accedere a informazioni complete sulla società del proponente e sul numero di pratica; deve poter ottenere il consenso informato, la registrazione completa della contrattazione, oltre a un messaggio di conferma entro il giorno di avvio del contratto. Inoltre, solo beni o servizi espressamente accetati possono essere addebitati all’utente. Infine, AgCom ha previsto sanzioni salatissime (il cui ammontare varia da un minimo di 58.000 a un massimo di 2.500.000 euro) per chi non osserverà le nuove norme.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore