AGCOM fotografa le reti italiane, cresce il mercato delle Sim M2M

Autorità e normativeBanda LargaNetwork
NetIndex: Italia maglia nera fra i Paesi Ocse nella banda larga

Crescono le linee FTTC e FTTH mentre calano le connessioni xADSL. La Rete mobile vede la crescita del numero di sim M2M mentre calano quelle utilizzate per voce e dati

Alla fine di ottobre AGCOM, l’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, ha aggiornato i dati del suo Osservatorio con la fotografia delle reti italiane fisse e mobili. Ecco di seguito i rilievi più importanti.
Gli accessi da rete fissa sono in crescita oramai da tre trimestri consecutivi perché è in crescita la disponibilità di banda larga per un totale di 16,2 milioni, con una crescita anno su anno di circa 880mila unità.

Allo stesso tempo diminuiscono i collegamenti broadband con la “vecchia” xDSL, ovviamente bilanciati da una crescita praticamente del doppio rispetto alle cessazioni xDSL per l’accesso a Internet attraverso altre tecnologie come per esempio le linee FTTC (Fibra fino al Cabinet) e FTTH (Fibra fino al modem), queste ultime per un totale di accessi complessivi di circa 4,4 milioni.

AGCOM - Rete fissa Accessi diretti complessivi (Market share)
AGCOM – Rete fissa Accessi diretti complessivi (Market share)

Le connessioni su linee broadband con velocità superiore ai 10 Mbit al secondo superano il 60 percento del totale, mentre quelle con velocità superiori ai 30 Mbit sono poco più del 20 percento ma ugualmente circa il doppio rispetto a giugno dell’anno scorso. Per quanto riguarda gli operatori con l’ultimo trimestre cessa la flessione di TIM, che resta comunque il primo operatore con il 45,5 percento del nostro mercato, mentre gli altri competitor si attestano con quote tra il 14 e il 15 percento.

La fotografia delle reti mobili offre segnali particolarmente interessanti. Per esempio anno su anno si è modificato l’andamento di vendita delle SIM. Aumentano su base annua di 1,4 milioni di unità ma mentre le Sim per utilizzi M2M sono cresciute di 3,6 milioni di unità, quelle per gli smartphone con traffico solo voce o voce e dati sono calate di 2,2 milioni di unità.

AGCOM - Mercato delle SIM Human
AGCOM – Mercato delle SIM Human

La quota mobile è presidiata per il 32,1 percento da Wind Tre, leader di mercato, e addirittura se si escludessero in questo caso dal conteggio le Sim utilizzate in ambito M2M il market share di Wind Tre arriverebbe al 35,8 percento. 

Sono complessivamente 52 milioni le SIM attive in Italia con traffico dati (+5,6 percento su base annua) con un aumento del traffico dati rispetto a giugno del 2016 cresciuto del 41,2 percento. 
Invece in costante trend negativo il consumo di SMS, che rispetto al 2013 sono diminuiti del 76 percento.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore