AgCom, luci ed ombre dell’Italia digitale

AziendeMarketingMercati e FinanzaSocial mediaWorkspace
AgCom misura la dieta mediatica degli italiani digitali

Un terzo dei nostri connazionali non ha mai navigato in Rete, però gli italiani online vantano la più alta frequenza di accesso rispetto alla media UE. La relazione annuale al Parlamento dell’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni (AgCom)

L’Autorità per le Garanzie nelle comunicazioni (AgCom), nella Relazione annuale al Parlamento, ha misurato i consumi giornalieri degli italiani online e sui media digitali, scoprendo che un terzo dei nostri connazionali non ha mai navigato in Rete. La “dieta mediatica” degli italiani è composta da 23 minuti sui social network, 21 email inviate, 30 Sms e messaggi di chat scambiati, 10 minuti trascorsi al telefono, 115 minuti di Tv, lettura di 276 byte di e-book. A proposito di libri digitali, sono 5 mila gli  e-book acquistati ogni giorno in Italia. Gli italiani passano 274 minuti, pari a 4 ore e mezza al giorno, sui media digitali. La dieta mediatica quotidiana è stata calcolata in 36 GB di dati.

Però pesa come un macigno il divario digitale fra i connessi e chi invece non si è mai collegato: l’Italia si piazza “al quarto posto in Europa nella non invidiabile classifica del numero di individui che non ha mai avuto accesso a Internet (37,2% contro una media EU27 di 22,4%)” sottolinea l’AgCom. Angelo Marcello Cardani, presidente dell’Agcom, nella Relazione al Parlamento, precisa però: “Allo stesso tempo siamo anche il Paese in Europa in cui gli internauti hanno la più alta frequenza di accesso (oltre il 91% accede regolarmente ogni giorno mentre la media EU27 è del 79%“.

Secondo l’Autorità, email e social network “rappresentano in taluni casi soluzioni alternative alle tradizionali chiamate telefoniche e alle comunicazioni per corrispondenza“.  “Trentotto milioni di italiani – conclude Cardani – dichiarano di accedere ad Internet da qualunque luogo e device. Anche se, curiosamente, l’accesso alla rete non favorisce, per ora, la gamma di utilizzo delle attività on line“.

Anche l’Italia è Mobile, con circa 8 miliardi di minuti di conversazione in più, rispetto a un anno fa, di telefonate sulla rete mobile. Sempre più italiani accedono al Web con  smartphone o con chiavetta. Gli italiani cambiano gestore: la portabilità dei numeri a quota 12 milioni nel 2012.

Infine se la pubblicità cala, cresce l‘advertising online con un incremento del +10.3% (da 1,407 miliardi del 2011 a 1,552 miliardi).

AgCom misura la dieta mediatica degli italiani digitali
AgCom misura la dieta mediatica degli italiani digitali
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore