AgCom vuole la Delibera entro l’estate: l’Italia rischia di uscire dall’Europa Digitale

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Sky fa ricorso straordinario al Capo dello Stato contro il Regolamento AgCom, ritenendolo "Incostituzionale"

AgCom accelera: rush finale per la contestata Delibera sul diritto d’autore. Verrà varata entro l’estate. Agorà Digitale: serve discontinuità. Renato Brunetta potrebbe diventare Garante privacy

Mentre fervono le trattative segrete per le nomine delle Authority, i nodi arrivano al pettine. Fra i nodi più scottanti c’è la Delibera AgCom. L’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni (AgCom) vuole accelerare: entro la fine del mandato dell’attuale vertice (in scadenza a metà maggio), il presidente AgCom, Corrado Calabrò, vuole varare il contestato regolamento sul diritto d’autore online.

In audizione alla commissione bicamerale sulla contraffazione e la pirateria, Calabrò ha esordito: “Quattro commissari su otto mi hanno chiesto di porre all’ordine del giorno il regolamento e, visto che la richiesta viene da più di un terzo dei componenti del Consiglio, sono obbligato, al di là della mia propensione personale, a darvi seguito. Posso quindi assicurare che prima della fine del mandato dell’Autorità il regolamento verrà messo all’ordine del giorno del Consiglio e adottato”. Il presidente dell’Agcom ha anche detto che quanto è in discussione presso la presidenza del Consiglio non corrisponde alle indiscrezioni della stampa. Però Calabrò contesta le critiche sulla deligittimizazione e ritiene i poteri d’intervento dell’Agcom “certi e solidi”. Tuttavia ha chiesto l’intervento del governo Monti solo per delucidazioni su alcuni aspetti tecnici: a partire dalla competenza dei giudici in relazione alle iniziative dell’Authority, in merito al giudizio (se tocca alla magistratura ordinaria o amministrativa).

AgCom vuole entro l’estate il varo della Delibera, contestata nel merito e nel metodo dalle asociazioni per i diritti digitali. Luca Nicotra, presidente dell’associazione Agorà Digitale, chiede un segnale di discontinuità contro i rischi bavaglio: “Si tratta dell’ennesima grave violazione del rapporto tra Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni e Parlamento che ormai compromette definitivamente l’affidabilità e l’indipendenza di tale autorità. Ora è fondamentale che il Parlamento intervenga. Ma è ancora più importante che lo faccia il presidente del Consiglio Mario Monti. E’ necessario un forte segnale di discontinuità da parte del nuovo governo per dimostrare l‘indipendenza del governo su una materia cosi’ fondamentale come la libertà di informazione e il diritto d’autore, ridando al Parlamento il compito di guidare una discussione che non può essere semplificata in norme censoree che prevedono rimozioni sommarie di contenuti e oscuramento di siti web. Provvedimenti che porterebbero l’Italia fuori dall’Europa minando le prospettive di apertura del nostro sistema dell’informazione, già agli ultimi posti in europa per libertà e pluralismo”.

Fulvio Sarzana di S. Ippolito, avvocato ed esperto di diritti digitali, spiega i retroscena dell’intervento dell’ANICA sull’AgCom: “Il Governo, attraverso il sottosegretario Catricalà, avrebbe messo mano alla norma in grado di fornire all’AGCOM i poteri di inibizione sul web che il Presidente Calabrò aveva richiesto allo stesso Esecutivo”.

E sulle nomine delle Authority in scadenza? Il sito VogliamoTasparenza.it chiede la glasnost: trasparenza e meritocrazia “delle nomine dei componenti del Consiglio di amministrazione della RAI e dei membri dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) e del Garante Privacy”.

Secondo il Corriere Comunicazioni, Renato Brunetta sarebbe in pole position per la nomina all’Authority Privacy, anche se non è l’unico candidato: in corsa è anche Giovanni Buttarelli, numero due del Garante europeo.

Trentuno senatori del Pd, dell’Idv e dell’Udc-Svp hanno chiesto di vedere il testo AgCom: “Il presidente del Consiglio renda noto il testo della legge sul diritto d’autore su Internet e si esprima sul regolamento dell’Agcom“.

AgCom vuole Delibera sul copyright online entro l'estate
AgCom vuole Delibera sul copyright online entro l'estate
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore