Agenda Digitale, Alessandra Poggiani al timone dell’Agid

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Agid chiude la Cec-Pac, un flop da 19 milioni di euro
4 0 2 commenti

Alessandra Poggiani è stata nominata ai vertici dell’Agid. Guiderà l’Agenzia per l’Italia digitale. L’annuncio ufficiale è atteso nel Consiglio dei ministri di oggi

Il Fattore D si fa largo anche nell’Agenda digitale italiana. Dopo Consob e Agenzia entrate, anche l’Agid verrà guidata da una donna. Anche se ancora manca il timbro dell’ufficialità, Alessandra Poggiani, organizzatrice dell’evento Digital Venice, con cui si è inaugurato il semestre europeo a guida italiana, sarebbe stata nominata a capo dell’Agid, l’Agenzia per l’agenda digitale. Già manager di Venis spa, la società digitale in house del capoluogo veneto, Poggiani, che succede ad Agostino Ragosa, vanta esperienze all’estero e un curriculum in ambito dell’agenda digitale. Concorrevano per la direzione dell’Agid Poggiani e Stefano Quintarelli, deputato di Scelta Civica ed esperto di Tlc. L’Agid riparte da 4,4 miliardi di euro di gare e dalle riforme della fatturazione elettronica digitale e del sistema di identità digitale.

In un’Italia in cui solo il 54,8% utilizza Internet contro il 70% della media Ue, e lo Spread digitale vale 10 milioni di euro al giorno pari a 3,6 miliardi di euro all’anno (fpnte: Censis), l’economia digitale potrebbe imprimere una spinta del PIL pari a 5 punti percentuali.

A Digital Venice si è parlato dei temi chiave dell’agenda digitale, dell’importanza degli e-skills (le competenze digitali), del turismo online, della scuola digitale e delle Smart cities, di come l’innovazione spinga sull’acceleratore della crescita in un Paese che, dopo anni di recessione, mostra un PIL anemico.

Alessandra Poggiani a capo di AgID
Alessandra Poggiani a capo di AgID

Agid ha siglato un accordo con Assinform per individuare gli e-skill professionali più adeguati all’evoluzione dell’IT, a migliorare la definizione e l’attuazione dei programmi di divulgazione, nonché a formare e aggiornare pubbliche amministrazioni, scuola e imprese.

Poiché scarseggia in Europa la professionalità digitale, attualmente risultano disponibili 449 mila posizioni nel 2014 e si prevede che nel 2020 saranno tra 730 mila e 1,35 milioni (fonte: Empirica 2013). Il tema dell’alfabetizzazione informatica e delle competenze digitali è cruciale per il nostro Paese.

L’annuncio ufficiale della nomina di Alessandra Poggiani è atteso al Consiglio dei ministri di oggi.

Alessandra Poggiani a capo di Agid
Alessandra Poggiani a capo di Agid
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore