Agenda Digitale, approvato il decreto scavi per la fibra ottica

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa
Antonio Catricalà, viceministro Sviluppo, annuncia tempi e termini asta frequenza Tv
3 1 Non ci sono commenti

L’Agenda Digitale fa un passo avanti con l’approvazione del decreto scavi per la fibra ottica. Previste semplificazioni per la posa della fibra ottica

Antonio Catricalà, viceministro dello Sviluppo economico, ha affermato: “Senza la banda larga l’Italia non può sviluppare la propria economia digitale, non possono essere erogati i servizi della pubblica amministrazione e le nostre imprese saranno escluse dalla competizione internazionale che oggi si gioca in Rete“. L’Agenda Digitale fa dunque un passo avanti con l’approvazione del decreto scavi per la fibra ottica. Il decreto porta in dote grandi semplificazioni per la posa della fibra ottica.

Per realizzare reti a banda ultralarga da 30 a 100 mbps, in Italia si stimano costi da 7 a 15 miliardi di euro a seconda della tecnologia adottata. Ma il 70% dell’esborso va attribuito proprio agli scavi.

Il Ministero dello sviluppo economico ha fatto di tutto per ottenere il decreto. “Sono molto soddisfatto del risultato ottenuto – ha dichiarato Catricalà –Il decreto è all’avanguardia non solo perché chiarisce la normativa in materia, ma anche perché ridurrà complessivamente i disagi alla circolazione stradale. Con questo provvedimento la programmazione dei lavori di installazione sarà massima con l’Ente gestore della strada. Il prossimo passo sarà il catasto delle infrastrutture del sottosuolo”.

Antonio Catricalà, viceministro Sviluppo
Antonio Catricalà, viceministro Sviluppo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore