Agenda Digitale, otto aziende fallite su 10 nel 2013 non erano presenti in Rete

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Elio Catania (Confindustria Digitale): Digitalizzare il Paese è priorità per crescere
4 18 1 commento

Elio Catania (Confindustria Digitale) afferma che è l’ora di accelerare sull’Agenda digitale: solo la sanità digitale vale 7 miliardi di euro di risparmi. Otto su 10 aziende fallite, non erano online

Le aziende stanno cambiando atteggiamento verso il digitale ed hanno abbracciato subito la fatturazione elettronica, da quando è obbligatoria nei confronti della PA. Ma si può fare ancora di più sul fronte dell’Agenda Digitale, visto che otto aziende fallite su 10 nel 2013 non erano neppure presenti in Rete. Ben l’83% soffriva di analfabetismo telematico ed ha chiuso i battenti.

La fatturazione elettronica ha registrato un boom da giugno, nonostante qualche disservizio in fase iniziale: già a giugno aveva raggiunto il 60%, per salire al 72% a luglio e all80% fra agosto e settembre. Sono le cifre illustrate da Elio Catania, a capo di Confindustria Digitale.

Elio Catania (Confindustria Digitale): Otto su 10 aziende fallite, non erano online
Elio Catania (Confindustria Digitale): Otto su 10 aziende fallite, non erano online

I prossimi due pilastri dell’Agenda Digitale, reimpostata da Francesco Caio, sono rappresentati dall’anagrafe unica e dall’identità digitale, entrambi al via dal 2015. In questi due step, dovranno dialogare le anagrafi di 8mila Comuni italiani e ogni cittadino dovrà avere un’identità digitale per entrare nei servizi online della Pubblica Amministrazione (PA). Ma per accelerare, l’Italia dovrà colmare il gap nella spesa IT: un ritardo negli investimenti pari a circa 25 miliardi di euro all’anno. Si tratta di 2 punti di PIL e 700 mila posti di lavoro qualificati da qui al 2020.

Solo la sanità digitale permetterà un risparmio quantificabile in sette miliardi, secondo il ministro della Sanità.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore